skip to Main Content

Segnali di fumo Review: Blacksad

L’origine del personaggio risale ormai a più di 20 anni fa, dalla fantasia di Juan Díaz Canales (testi) e Juanjo Guarnido (disegni) due autori spagnoli che plasmano un personaggio granitico e sagace che si staglia sullo sfondo di un’America anni Cinquanta dalle forti connotazioni hard boiled.

Con il passaggio di due decadi e ad ogni nuovo albo aggiunto alla propria bibliografia, Blacksad ha costruito e ampliato la propria mitologia, collocandosi di diritto nell’empireo dei fumetti, in una zona fuori dal tempo, che gli permette di essere apprezzato maggiormente ad ogni nuova lettura.
Da qualche parte fra le ombre; Artic Nation; Anima rossa; L’inferno, il silenzio; Amarillo. Ognuna delle 5 vicende narrate accende un differente tòpos, anche tra i più oscuri, del mito americano: cinema, musica, il razzismo, la dipendenza, la Guerra Fredda.
Eppure nulla di quanto raccontato e illustrato sa di stantio o di già visto anzi, ad ogni pagina sfogliata il retrogusto di quando già assaporato in passato esplode in un caleidoscopio di ispirazioni e rimandi che rendono la lettura ancora più scorrevole e piacevole.

I disegni di Guarnido, con i suoi colori acquarellati, le sue linee morbide e la ricchezza di dettagli, scatenano una lettura talmente densa e impegnata che la pulsione a rimaner incollati a un’illustrazione per ammirarla nei più piccoli dettagli, sia superata solo dal desiderio di poter godere della successiva. Mentre i testi di Canales, veloci, taglienti e densi di profondità, animano e conferiscono spessore ai personaggi bidimensionali tratteggiati dal collega.
Chandler ne sarebbe stato orgoglioso, in quanto il micione protagonista delle 5 storie contenute in questo integrale, vanta più di qualche punto di contatto con il suo Marlowe. E comunque sì, avete letto bene, ho proprio scritto “micione”, perchè tutti i personaggi dell’universo blacksadiano sono animali antropomorfi: una versione viziosa, sordida e forse molto più umana dell’universo disneyano. Ma non temete, nessuna delle abiezioni umane ci viene risparmiata e tuttavia, nemmeno qualche risata.

Un pezzo da novanta che non può mancare in nessuna biblioteca e infatti noi ne facciamo sfoggio con orgoglio nella nostra.

BLACKSAD – Edizione Integrale
di juan Díaz Canales, Juanjo Guarnido
Rizzoli Lizard
fum0197

 

 

Back To Top
×Close search
Cerca