skip to Main Content

Musei di sera – I mercoledì al Sartorio

Giunta alla sua diciannovesima edizione, la manifestazione Musei di Sera ripropone la formula delle aperture serali dalle 20 alle 24 tutti i martedì ed i mercoledì di agosto (quest’anno con l’anticipo del 31 luglio), con un articolato programma di mostre, visite guidate, appuntamenti culturali, concerti e spettacoli. Teatro dell’iniziativa saranno per questa edizione il Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” (tutti i martedì) ed il Civico Museo Sartorio (tutti i mercoledì). La rassegna con il tema del giardino, on stage al Civico Museo Sartorio, porterà il cinema alla Sala “Giorgio Costantinides”, con tre titoli in doppia visione da non perdere.

Civico Museo Sartorio
Largo Papa Giovanni XXIII, 1
Mercoledì 1, 8, 15, 22, 29 agosto

Una domenica in campagna
Mercoledì 15 agosto 2012 20.15+22.15
di Bertrand Tavernier, Francia 1984, 94’, con Louis Ducreux, Sabine Azéma, Michel Aumont, Geneviève Mnich

Monsieur Ladmiral è un anziano pittore che abita con la sua fedele domestica Mercédès in una villa di campagna nei pressi di Parigi. In una domenica d’estate del 1912, l’uomo riceve la visita di suo figlio Gonzague, accompagnato dalla moglie Marie-Thérèse e dai loro tre bambini. La giornata di monsieur Ladmiral viene rallegrata, nel pomeriggio, dall’arrivo inaspettato della sua figlia minore, Irène… Basato su un breve romanzo di Pierre Bost, Monsieur Ladmiral va bientôt mourir, il film è valso a Tavernier il premio per la miglior regia al Festival di Cannes del 1984.



I misteri del giardino di Compton House
Mercoledì 22 agosto 2012 20.15+22.15
di Peter Greenaway, Gran Bretagna 1982, 103’, con Anthony Higgins, Janet Suzman, Anne-Louise Lambert, Hugh Fraser, Neil Cunningham, Dave Hill

Siamo nel 1694, in Inghilterra. Neville, pittore ambizioso, accetta un curioso contratto: la signora Herbert gli commissiona dodici disegni del suo giardino, concedendogli in cambio se stessa. Al termine del lavoro, Neville si accorge che i disegni contengono gli indizi di un probabile omicidio ed ecco che Mister Herbert viene in effetti trovato morto.


Le affinità elettive
Mercoledì 29 agosto 2012 20.15+22.15
di Paolo e Vittorio Taviani, Italia 1996, 98’, con Isabelle Huppert, Fabrizio Bentivoglio, Jean-Hugues Anglade, Marie Gillain, Giancarlo Giannini

I baroni Edoardo e Carlotta si ritirano nella loro splendida villa in una grande tenuta della Toscana: Edoardo vi invita l’amico architetto Ottone per ristrutturarla; Carlotta offre ospitalità alla figlioccia Ottilia, una diciottenne cresciuta in collegio. Le giornate si susseguono serene con dissertazioni sulle “affinità elettive”, che tendono a verificarsi anche fra gli ospiti della villa, al punto da confondere del tutto le coscienze dei quattro… Partendo dal romanzo (1809) di Wolfgang Goethe, i fratelli Taviani trasferiscono l’azione dalla Germania alla Toscana di San Miniato e Poggio a Caiano e la spostano cronologicamente in era napoleonica.


Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
×Close search
Cerca