skip to Main Content

LELIOMOVIE, proiezioni collaterali di LELIOSWING

L’OMBRELLONE
Mercoledì 9 gennaio 2014 17.00
di Dino Risi – Italia, 1965, col., 103′

Il maestro della commedia all’italiana Dino Risi, che si divertì a indicare nel cinema stesso un luogo di vacanza dalla vita, ben s’incontra con la malinconia vacanziera di Luttazzi, secondo un tema che riappare anche in altri film cui collaborò, come L’avventura, Souvenir d’Italie e Venezia, la luna e tu. L’ombrellone rientra nell’orbita produttiva e distributiva della massima casa di produzione italiana, la Titanus, qui attraverso il marchio amico dell’Ultra Film. L’introduzione alla proiezione del film è affidata a Sergio M. Germani, direttore del festival I mille occhi, che sta attualmente curando con Roberto Turigliatto un’ampia retrospettiva dedicata alla Titanus per il Festival di Locarno, rassegna che avrà prossimamente alcune tappe di circuitazione internazionali e italiane tra cui Trieste.

L’AVVENTURA
Venerdì 11 aprile 2014 18.00

L’avventura è il primo capitolo della trilogia esistenziale realizzata da Antonioni all’inizio degli anni Sessanta (proseguita con Il grido e La notte) e vinse il premio della Giuria al Festival di Cannes. La pellicola mette in scena la misteriosa scomparsa di una donna (Lea Massari) durante una crociera in Sicilia, mentre il fidanzato (Gabriele Ferzetti) e l’amica (Monica Vitti) la cercano, sempre meno disperatamente via via che il tempo passa. «L’avventura è un film amaro, spesso doloroso» dichiarava il regista, riferendosi a «il dolore dei sentimenti che finiscono o dei quali si intravvede la fine nel momento stesso in cui nascono; tutto questo raccontato con un linguaggio che ho cercato di mantenere spoglio di effetti». Luttazzi vi interpreta, nel preambolo, il personaggio di uno yachtman annoiato e sfaccendato. «Giravo certe scene interminabili in cui stavo immobile a guardare fisso in lontananza e mi domandavo: ma cosa diavolo vorrà dire Michelangelo?» ricordava il Maestro. «Però una sera a New York mi ferma per strada un signore: “Leeeliou! Anthoniouni! L’adventhura!” Vai a saperlo, avevo partecipato a un capolavoro…»

L’ILLAZIONE
Venerdì 11 aprile 2014 21.00

L’illazione, interpretato ma anche diretto da Lelio Luttazzi, fu realizzato per la Rai nel 1972 proprio all’indomani dell’incredibile vicenda giudiziaria che aveva ingiustamente coinvolto il Maestro, ma è rimasto inedito fino al recente restauro della Cineteca di Bologna. Racconta la storia di un giudice che, con la moglie, si unisce a una cena organizzata da uno scrittore anticonformista e ironico e dalla sua giovane amica. Il giudice imbastisce un crudele gioco processuale in cui le vittime si trasformano in immaginari colpevoli. Nel cast, Cinzia Bruno, Anny Degli Uberti, Annabella Incontrera, Alessandro Sperlì e l’attore triestino Mario Valdemarin.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
×Close search
Cerca