skip to Main Content
Igort Al Piccolo Festival Animazione 2019

Igort al Piccolo Festival Animazione 2019

Sabato 14 Dicembre 2019 – ore 18.00
Cinema Ariston – viale Romolo Gessi 14
 incontro con gli autori  

Igort introdurrà il suo film 5 è il numero perfetto al Cinema Ariston in occasione del Piccolo Festival Animazione 2019 alle ore 18.00

Igort, nome d’arte di Igor Tuveri.

Il fumettista e illustratore Igort, ospite del Piccolo Festival dell’Animazione, sarà a Trieste sabato 14 dicembre per presentare al cinema Ariston alle ore 18.00 il suo film d’esordio alla regia “5 è il numero perfetto” (Italia, Belgio, Francia, 2019, 100′), noir napoletano tratto dalla sua omonima graphic novel del 2002 e interpretato da Toni Servillo, Valeria Golino, Carlo Buccirosso.

Peppino Lo Cicero, camorrista di seconda classe in pensione, torna in pista dopo l’omicidio di suo figlio. Questo avvenimento tragico innesca una serie di azioni e reazioni violente ma è anche la scintilla per cominciare una nuova vita. Un piccolo affresco napoletano nell’Italia anni Settanta, “5 è il numero perfetto” è la storia di un’amicizia tradita, ma anche di una seconda opportunità e di una rinascita.

Igort lavora dalla fine degli anni Settanta come autore di fumetti, illustratore, saggista e musicista. Alcune tra le sue prime storie appaiono sulla rivista “Il pinguino”, da lui fondata, alla quale parteciperanno anche Giorgio Carpinteri, Lorenzo Mattotti, Daniele Brolli, Roberto Baldazzini. Dagli anni Ottanta i suoi fumetti appaiono sulle pagine di riviste nazionali e internazionali tra cui “Linus”, “Alter”, “Frigidaire”, “Metal Hurlant”, “L’echo des Savanes”, “Vanity”, “The Face”. Scrive i suoi articoli, saggi, riflessioni, per “Il Manifesto”, “Reporter”, “Il Corriere della Sera”, “Repubblica”. Nel 1983, insieme a Brolli, Carpinteri, Jori, Kramsky e Mattotti, è fondatore di “Valvoline”, un gruppo di autori che, ispirandosi alle pratiche delle avanguardie storiche, scombussola le regole del fumetto d’avventura tradizionale.
Dagli anni Novanta pubblica regolarmente in Giappone creando la serie “Amore”, ambientata in Sicilia, e “Yuri”, entrambe edite dalla casa editrice Kodansha. Si trasferisce a Tokyo. Partecipa a edizioni speciali delle prestigiosa Magazine House Tokyo, Hon Hon Do e altre.

In collaborazione con il musicista Ryuichi Sakamoto pubblica una storia scritta a quattro mani, che esce in Giappone e Italia. Espone a New York, Tokyo, Parigi, Ginevra, Milano. Frattanto i suoi disegni diventano tessuti, abiti, tappeti, serigrafie, sculture, giocattoli ecc. Nel campo del design collabora tra gli altri con Studio Alchimia, Swatch, Alessi, Memphis.

Nel 1994 espone i suoi lavori plastici e musicali alla Biennale di Venezia.
Nel campo musicale incide, dal 1978 sino ai giorni nostri. Canta, suona, compone, pubblica i suoi album in tutta Europa con diverse formazioni. Altra grande passione, la radio. Dagli anni Settanta lavora come autore e conduttore radiofonico (Radio città del Capo-Popolare network e Radio 2 RAI).

Nel 2000 fonda e dirige la casa editrice Coconino Press, con sede a Bologna, con cui pubblica nel 2002 il romanzo a fumetti: “5 è il numero perfetto”, pubblicato in 15 paesi. Frattanto lavora alla serie “Baobab”, scrive opere di narrativa e sceneggiature per il cinema. Viaggia, raccoglie testimonianze che diventano i suoi documentari disegnati: “I quaderni Ucraini”, “I quaderni russi”, “I quaderni giapponesi”.

Recentemente gli è stato assegnato il prestigioso Premio Napoli, con l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica, per la diffusione della cultura italiana nel mondo.
I suoi lavori sono pubblicati in 26 paesi, inclusi Stati Uniti e Francia.
Vive tra Parigi e la sua Sardegna.

This Post Has 0 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back To Top
×Close search
Search