skip to Main Content

Due appuntamenti dedicati a Kubrick nell’ambito della mostra Through a different lens. Stanley Kubrick Photographs

In arrivo martedì 18 e giovedì 20 gennaio due eventi dedicati a Stanley Kubrick e inseriti nell’ambito della mostra “Through a Different Lens: STANLEY KUBRICK PHOTOGRAPHS”, proposta da Erpac FVG al Magazzino delle Idee a Trieste fino al 30 gennaio 2022, realizzati grazie alla collaborazione con l’associazione Casa del Cinema di Trieste.

Il primo appuntamento vedrà, martedì 18 gennaio a partire dalle 18.30, la proiezione al Teatro Miela di Trieste dei primi tre film lungometraggi realizzati da Stanley Kubrick negli anni ’50 e immediatamente successivi alla sua esperienza di fotografo per la rivista Look. Nel corso della serata “KUBRICKIANA”, il primo film ad essere proiettato  sarà, in versione originale sottotitolata, “Paura e Desiderio” (Fear and Desire, USA, 1953, 62′), primo lavoro cinematografico di Kubrick, per numerosi anni scomparso dai canali di distribuzione per volontà stessa dell’autore, ritrovato e restaurato nel 2012; seguiranno alle ore 20.00 “Il bacio dell’assassino” (Killer’s Kiss, USA, 1955, 67′), noir sperimentale impreziosito da un originale stile naturalistico sugli sfondi di Manhattan e di Brooklyn e, alle ore 21.30, “Rapina a mano armata” (The Killing, USA, 1956, 84′), thriller girato a Los Angeles, incentrato su di un tentativo di rapina a un ippodromo e costruito con una struttura narrativa non lineare che si muove avanti e indietro nel tempo del racconto.

Giovedì 20 alle ore 17.30 al Magazzino delle Idee si terrà invece un incontro di approfondimento, organizzato dall’Ente per il patrimonio culturale ERPAC FVG, in collaborazione con l’associazione Casa del Cinema di Trieste, sul tema “Stanley Kubrick e il Friuli Venezia Giulia”. Ne parlerà lo studioso triestino Lorenzo Codelli, della Cappella Underground, il quale ha avuto la fortuna d’incontrare amici, famigliari e collaboratori di Kubrick, e di tradurre alcuni testi del grande regista americano, oltre alla fondamentale monografia “Kubrick” di Michel Ciment. In particolare, durante l’incontro, verranno ricordati Arthur C. Clarke, lo sceneggiatore di “2001 Odissea nello spazio”, e Alexander Walker, il primo biografo di Kubrick. Grazie al Festival Internazionale del Film di Fantascienza di Trieste e alla Cineteca del Friuli di Gemona, questi due personaggi hanno lasciato tracce indelebili del loro passaggio in regione. Codelli ha collaborato inoltre al “Dizionario critico di 2001” curato dal triestino d’adozione Giuseppe Lippi, uno dei massimi storici della fantascienza.

Ingresso agli appuntamenti gratuito. Nel rispetto della normativa anti-covid in vigore si accede con super green pass e mascherina FFP2.

Back To Top
×Close search
Cerca