skip to Main Content

“Doppio sospetto” di Olivier Masset-Depasse, noir hitchcockiano al femminile

Doppio sospetto (Francia, Belgio, 2018, 97’), noir hitchcockiano al femminile diretto da Olivier Masset-Depasse (già regista dell’acclamato Illégal), vincitore di nove premi Magritte – l’Oscar del Belgio – e interpretato da una straordinaria Veerle Baetens (Alabama Monroe), sarà in programma al cinema Ariston in prima visione dal 4 marzo.

All’inizio degli anni Sessanta, Alice e Céline abitano in due case a schiera gemelle e sono legate da una grande amicizia, che le porta a condividere ogni cosa. Questa armonia perfetta si spezza il giorno in cui Alice assiste, impotente, alla morte accidentale di Maxime, il figlio di Céline: accecata dal dolore, Céline rimprovera ad Alice di non aver fatto il possibile per salvare suo figlio e sembra meditare una sconvolgente vendetta…

«Sarebbe impossibile descrivere Doppio sospetto senza usare la parola hitchcockiano» scrive Variety. «Il magnifico thriller psicologico di Olivier Masset-Depasse richiama a tal punto lo stiledel maestro del brivido ed è così splendidamente avvolto nell’atmosfera degli anni ’60 che a volte ti aspetti di vedere la protagonista Veerle Baetens trasformarsi all’improvviso in Tippi Hedren. Ma per quanto questa influenza sia evidente, anche nella struttura a spirale di una vera e propria discesa agli inferi, il film finisce in realtà per sovvertire lo spirito dei titoli più al femminile di Hitchcock. In questi ultimi, infatti, la devozione, la gelosia, la coercizione e il sospetto definiscono un’idea di rapporto tra uomo e donna, mentre nel film di Masset-Depasse si spostano nelle dinamiche di una relazione tra due donne».[/ vc_column_text]

[/ vc_column] [/ vc_row]
[/ vc_column vc_row]
[/ vc_column] [/ vc_row]

This Post Has 0 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back To Top
×Close search
Search