skip to Main Content

Barcolana – Un mare di racconti

Torna “Barcolana – Un mare di racconti“, il festival letterario che porterà a Trieste i grandi nomi della letteratura italiana e internazionale. Ci sarà spazio anche per due incontri più “cinematografici: venerdì 8 ottobre con il regista Marco Risi, figlio del grande regista Dino Risi e sabato 10 ottobre con Lorenzo Mattotti, autore della versione cinematografica de “La grande invasione degli orsi in Sicilia”, tratta dal libro di Dino Buzzati.

Un invito al viaggio fatto di libri, storie, personaggi. Un percorso tra terra e mare lungo sei giorni: Barcolana un mare di racconti, per il secondo anno, porterà a Trieste alcuni tra i più interessanti scrittori, registi, autori di graphic novel del panorama nazionale e internazionale. Da lunedì 5 a sabato 10 ottobre la città accenderà i riflettori sul Festival che anticipa la regata più partecipata del mondo: Barcolana52.

Organizzato come evento culturale nell’ambito delle manifestazioni che affiancano Barcolana presented by Generali, la regata triestina che richiama appassionati della vela da tutto il mondo, voluto dal Presidente della Società Velica di Barcola e Grignano Mitja Gialuz, ideato e diretto dal giornalista e scrittore Alessandro Mezzena Lona, il Festival “Barcolana-un mare di racconti” è dedicato ai viaggi e alla cultura del mare. Ha debuttato l’anno scorso, in uno dei luoghi simbolo di Trieste, il Castello di San Giusto, con 45 ospiti di prestigio e 35 eventi.

Quest’anno il Festival, sostenuto dalla Fondazione CRTrieste e dal Comune di Trieste, non ha voluto fermarsi pur nel rispetto delle norme che stanno tentando di contenere e sconfiggere la diffusione del Coronavirus. Ma ha scelto di ridurre gli eventi e le ospitalità, puntando sempre sull’eccellenza dei personaggi invitati e coinvolgendo l’intera città nell’ospitare gli incontri e nel sentirsi partecipe di Barcolana beneficiando del volano indotto dall’evento. Per questo, la giornata di apertura, lunedì 6 ottobre, e quella di chiusura, sabato 10, avranno come fascinoso palcoscenico il Castello di Miramare. Altri appuntamenti, poi, si svolgeranno nella splendida piazza Verdi di Trieste e sulla terrazza della Biblioteca Comunale “Edoardo Guglia” di Muggia, ma anche all’Antico Caffè e Libreria San Marco di Trieste, al Caffè degli Specchi in piazza Unità, alla Libreria Minerva di via San Nicolò.

Anche quest’anno, il Festival “Barcolana-un mare di racconti” ha voluto avviare alcune importanti collaborazioni con realtà culturali del Friuli Venezia Giulia. In particolare con la cattedra di Neerlandese della Facoltà di Lingue dell’Università di Trieste, con il Premio “Sergio Amidei” per la sceneggiatura di Gorizia, con il Castello e Museo di Miramare, con la Biblioteca Comunale di Muggia.

Questi gli ospiti della seconda edizione del Festival Barcolana un mare di racconti.

LUNEDÌ 5 OTTOBRE: Castello di Miramare ore 17, Andrea Ricolfi, torinese di nascita, laureato in matematica, professore alla Sissi di Trieste con un assegno di ricerca. Debutta con il romanzo “L’ultimo marinaio” pubblicato da Garzanti, una storia di mare e di amicizia, una prova importante per entrare nel gorgo della vita.

MARTEDÌ 6 OTTOBRE: Antico Caffè e Libreria San Marco ore 17, Marta Barone è nata a Torino, dove vive, e ha debuttato con il romanzo “Città sommersa”, pubblicato da Bompiani, uno dei migliori libri del 2020, selezionato tra i 12 finalisti del Premio Strega e vincitore pochi giorni fa del Premio Vittorini.

MERCOLEDÌ 7 OTTOBRE: Antico Caffè e Libreria San Marco ore 17, Daniele Mencarelli, romano di Ariccia, ha vinto il Premio Strega Giovani 2020 con “Tutto chiede salvezza”, pubblicato da Mondadori. Poeta, con una storia di alcol e problemi psichici alle spalle, è considerato uno dei migliori scrittori italiani della generazione dei quarantenni.

GIOVEDÌ 8 OTTOBRE: Libreria Minerva ore 16.30, Sandro Bonvissuto, romano, laureato in Filosofia, ha debuttato con il libro di racconti “Nostalgia del vento” nel 2010. Dopo la sua opera seconda “Dentro”, con cui ha vinto il Premio Chiara, quest’anno ha pubblicato con Einaudi “La gioia fa parecchio rumore”.
Libreria Minerva ore 17.30, Sandro Frizziero, veneto di Chioggia, professore negli istituti superiori, è arrivato secondo al Premio Campiello 2020, poche settimane fa, con il romanzo “Sommersione”, pubblicato da Fazi. Una storia che ruota attorno alla vita di un pescatore spesa nel segno del Male.

VENERDÌ 9 OTTOBRE: piazza Verdi Trieste ore 18, Marco Risi, figlio del grande regista Dino Risi, è regista lui stesso di “Mery per sempre”, “Il branco”, “Fortàpasc”, della serie tv “L’ultimo padrino”. È autore del bellissimo libro “Forte respiro rapido” pubblicato da Mondadori. L’incontro è organizzato in collaborazione con il Premio Sergio Amidei di Gorizia.
Biblioteca Comunale di Muggia ore 16.30, Federica Manzon, nata a Pordenone, è responsabile delle attività didattiche della Scuola di scrittura Holden di Torino, fondata da Alessandro Baricco. Ha pubblicato da poco il romanzo “Il bosco del confine” con Aboca. Nel 2011 è arrivata seconda al Premio Campiello con il romanzo “Di fama e di sventura”.

SABATO 10 OTTOBRE: Castello di Miramare ore 16.30, Martin Michael Driessen è una delle grandi voci della letteratura olandese. Vive in una casa galleggiante nel cuore della campagna olandese e a Trieste presenta il suo libro di racconti “Fiumi”, tradotto da Stefano Musilli pubblicato da Del Vecchio, che ai lettori italiani ha già proposto il suo strepitoso romanzo “Padre di Dio”- L’evento è realizzato in collaborazione con la cattedra di Neerlandese della Facoltà di Lingue dell’Università di Trieste e con il Castello di Miramare.
Piazza Verdi Trieste ore 18, Lorenzo Mattotti, nato a Brescia ma residente, ormai da anni, a Parigi, è il più celebre disegnatore italiano nel mondo. Nel 2000 ha realizzato il manifesto per il Festival di Cannes, quest’anno quello per Barcolana52. Nell’ottobre del 2019  ha firmato la versione cinematografica de “La grande invasione degli orsi in Sicilia”, tratta dal libro di Dino Buzzati., accolta con giudizi entusiastici dalla critica e dal pubblico.

Back To Top
×Close search
Search