skip to Main Content

Approdi Futuri – rassegna di cinema e teatro tra scienza e fantascienza

Ha preso il via stamattina, con la conferenza stampa di presentazione al Caffè San Marco, la manifestazione APPRODI FUTURI, ideata e diretta dall’attore Lorenzo Acquaviva che ne ha illustrato il programma.

APPRODI FUTURI è una manifestazione multidisciplinare di teatro, cinema, musica e sport, ed itinerante per scelta, sempre alla ricerca di inediti luoghi di rappresentazione come il Castello di Miramare, le gallerie della Kleine Berlin, la Chiesa Luterana, i giardini del Museo Sartorio e le vie del centro cittadino che accoglieranno la corsa in costume in apertura di manifestazione.

Programma completo su http://www.approdifestival.it

La rassegna comincia sabato 7 maggio con “La corsa degli eroi”, in collaborazione con Trieste Atletica e Trieste Spring Run: una gara podistica di 4 km non competitiva in cosplay e in maschera per adulti e bambini la cui unica regola è essere mascherati. L’obiettivo di questa festa di corsa è quello di celebrare gli eroi e le eroine della pandemia e delle sfide affrontate negli ultimi due anni.

Fulcro del programma è certamente il teatro con un atteso ritorno: in occasione di APPRODI FUTURI, il 20 e 21 e poi il 26, 27, 28 maggio 2022, torna in scena con una nuova edizione “La Zona” liberamente tratto da “Stalker” del regista russo Andrej Tarkovskij. Lo spettacolo di teatro immersivo e itinerante che ha come protagonisti Giovanni Boni, nei panni dello scrittore, Lorenzo Acquaviva in quelli dello stalker e Lorenzo Zuffi in quelli dello scienziato, verrà messo in scena nello scenografico complesso di gallerie antiaeree della Kleine Berlin di Trieste (Via Fabio Severo).

Secondo appuntamento in cartellone – 12 e 13 giugno alle ore 20 alla Sala Luttazzi in Porto Vecchio – è “Golem, creatura creante” reading e spettacolo di Diana Hobel. Metafora contemporanea di sviluppo sostenibile, compatibile con la salvaguardia dell’uomo, alla riscoperta del mito del Golem.

Spazio alla divulgazione scientifica mercoledì 15 giugno alla SISSA con il Seminario sull’Intelligenza Artificiale “Strange Days” sulla Matematica Applicata per la sostenibilità: dati, modelli, calcoli, intelligenza artificiale per un mondo più sostenibile a cura del gruppo di ricerca del Prof. Gianluigi Rozza SISSA mathLab.

Il gran finale della prima parte di APPRODI FUTURI si svolgerà il 29 e 30 giugno nella prestigiosa location del Museo storico e il Parco del Castello di Miramare con la messa in scena di “Libra: una storia futura”, soggetto scritto dallo scienziato e docente della SISSA Roberto Trotta con Gigi Funcis e interpretato da Lorenzo Acquaviva, Davide Rossi e Lucrezia Fantini, e con la partecipazione speciale di Piergiorgio Odifreddi, Ed Krupp, Carlo Rovelli. “Libra” è il primo spettacolo che utilizza il Castello di Miramare come schermo di proiezione per il visual mapping: in un lontano futuro, il cielo è oscurato da satelliti pubblicitari, si parla con ologrammi e infervora la pandemia da shopping seriale.

Il programma di cinema, sonorizzazioni e sperimentazioni audiovisive è stato invece ha curato da Gianluca Guerra per La Cappella Underground.
Venerdì 13 maggio alle 21 alla Chiesa Evangelica Luterana di Trieste (Largo Panfili, 1) si svolgerà in esclusiva per la manifestazione triestina la sonorizzazione del capolavoro dell’espressionismo tedesco “Il gabinetto del dottor Caligari” a cura del progetto elettronico sloveno Warrego Valles, molto attivo nel complesso culturale di Metelkova.

Il programma proseguirà domenica 5 giugno alle 20.30 al Teatro Miela, in collaborazione con Sound&Vision, con la sonorizzazione a cura di Effetto Brama di “L’ultimo uomo della Terra”, film cult di fantascienza del 1964, girato da Ubaldo Ragona e con protagonista Vincent Price: una storia di zombie, vampiri e virus, che si svolge tra le maestose costruzioni dall’architettura modernista dell’Eur. Liberamente tratto da “I am legend” di Richard Matheson. La formazione degli Effetto Brama è composta da Laura Agnusdei, sax tenore ed elettronica, Stefano Pilia (Afterhours e Massimo Volume), chitarra elettrica e sintetizzatore, e Giulio Stermieri, organo e sintetizzatore.

Il 10 giugno di nuovo alla Luterana si terrà la sonorizzazione di “Dog Star Man” a cura del dj triestino Jazza (electrosacher): una serie di corti del regista sperimentale americano Stan Brakhage, un contesto cosmico di immagini solari paesaggi e stelle, in un vortice di immagini, suggestioni, sovrimpressioni, graffi, pennellate su Super8.

L’ultimo imperdibile appuntamento con le sperimentazioni audiovisive sarà nell’ambito di Trieste Estate al Civico Museo Sartorio (Largo Papa Giovanni XXIII, 1) con “Laser Drawing” dell’artista multimediale, scienziato e compositore JesterN, un’improvvisazione audiovisiva completamente analogica che lega suono e luce in una vera esperienza sinestetica per il pubblico. Le opere e performance del corregionale Alberto Novello sono state presentate in festival nazionali ed internazionali di rilievo per la musica contemporanea come Centro Pompidou Parigi, Amsterdam Dance Event, Venezia Biennale, New York Computer Music Festival, Bozar Bruxelles, Rewire Festival Den Haag tra gli altri.

La seconda parte degli eventi di APPRODI FUTURI avrà luogo a settembre con “Psy”, il nuovo spettacolo di Lorenzo Acquaviva e Gigi Funcis: uno psichiatra lavora con la sua assistente per creare il profilo del serial killer che terrorizza la città. Le indagini della polizia portano a vicoli ciechi e c’è chi comincia a sospettare che – sotto alla lunga catena di omicidi – ci sia un’enorme menzogna, forse troppo grande per essere accettata. Ambientata in un passato alternativo dove la tecnologia si è evoluta prima, la detective story PSY trasporta lo spettatore tra i vapori della notte e le ombre della mente, fluttuando tra steampunk, profilazione criminale e archetipi junghiani. Il tutto con un pizzico di ironia.

Seguirà il laboratorio di lettura per giovanissimi – da settembre e dicembre – organizzato con il Sistema Bibliotecario Giuliano e il PAG – Progetto Area Giovani del Comune di Trieste, con tema il capolavoro della fantascienza “Fahrenheit 451” di Ray Bradbury.
La chiusura della manifestazione sarà con la conferenza interattiva teatrale “Con la testa fra le stelle” in collaborazione con l’INAF, in cui l’astrofisico Luca Tornatore e l’attore Lorenzo Zuffi porteranno il pubblico all’interno di una conferenza spettacolo sul tema dell’intelligenza artificiale utilizzando i visori VR Oculus per seguire e disegnare una mappa delle stelle per orientarsi nella complessità del nostro cielo.

APPRODI FUTURI è una manifestazione organizzata dal Festival Approdi e Vitamina T in collaborazione con La Cappella Underground, Trieste Atletica e con il sostegno di: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (attraverso il bando ripartenza cultura e sport RESTART FVG), Comune di Trieste, Museo storico e il Parco del Castello di Miramare, PAG Progetto Area Giovani, Sistema Bibliotecario Giuliano, SISSA, INAF – Osservatorio Astronomico di Trieste.

Back To Top
×Close search
Cerca