skip to Main Content

Anteprima di Piccola Patria alla presenza di Alessandro Rossetto

Cinema Ariston di Trieste, lunedì 7 aprile alle ore 21, il regista Alessandro Rossetto presenterà in anteprima il suo film PICCOLA PATRIA (Italia, 2013).
L’incontro è organizzato da La Cappella Underground in collaborazione con FVG Film Commission. Girato fra Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, PICCOLA PATRIA è il primo “lungometraggio di finzione” di uno tra i nomi più significativi del documentario italiano e racconta, sullo sfondo di un’estate calda e soffocante nella provincia del Nordest italiano, tra rigurgiti indipendentisti e istinti xenofobi, la storia di due ragazze e del loro desiderio di andare via dal piccolo paese dove vivono. Un’opera corale, un potente ritratto di una periferia del mondo e immagine di un piccolo universo di attorcigliata e distorta fascinazione. PICCOLA PATRIA di Alessandro Rossetto, è stato presentato in concorso nella sezione Orizzonti all’ultima Mostra di Venezia e sarà in programmazione all’Ariston da venerdì 11 aprile.


PICCOLA PATRIA
Ambientato in un fuligginoso, fangoso e torbido Nordest, il nuovo film di Alessandro Rossetto è un racconto di disperata vitalità. La storia di due giovani ragazze, di un immigrato albanese e del tessuto sociale e territoriale, tra città e campagna, dove si muoveranno e cresceranno le loro esperienze di “vita ai margini”, si alimenteranno i loro affetti, si agiteranno i loro sogni inseguiti a ogni costo, anche a scapito della vita stessa. Luisa (Maria Roveran) è piena di vita, disinibita, trasgressiva; Renata (Roberta Da Soller) è oscura, arrabbiata, bisognosa d’amore. Le vite delle due giovani raccontano la storia di un ricatto, di un amore tradito, di una violenza subita: Luisa usa Bilal (Vladimir Doda), il suo fidanzato albanese, Renata usa il corpo di Luisa per muovere i fili della propria vendetta. Entrambe vogliono lasciare la piccola comunità che le ha cresciute, tra feste di paese e raduni politici, famiglie sfinite e nuove generazioni di immigrati presi di mira da chi si sente sempre minacciato. Luisa, Renata e Bilal rischieranno di perdersi, di perdere una parte preziosa di sé, di perdere chi amano, di perdere la vita.
Primo “lungometraggio di finzione” di uno tra i nomi più significativi del documentario italiano (già al centro nel 2010 di una retrospettiva al New York Documentary Film Festival), “Piccola Patria” è prodotto da Gianpaolo Smiraglia e Luigi Pepe. Distribuito da Istituto Luce Cinecittà, “Piccola Patria” è una produzione Arsenali Medicei e Jump Cut, con il contributo del MiBACT – Direzione Generale per il Cinema, con il sostegno di Regione Veneto – Fondo per il Cinema e l’Audiovisivo, BLS – Business Location Sudtirol Alto Adige, Trentino Film Commission, Friuli Venezia Giulia Film Commission, sviluppato con il supporto del Programma MEDIA dell’Unione Europea.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
×Close search
Cerca