Mondovisioni – i documentari di Internazionale

lunedì 15 dicembre, Cinema Ariston
ingresso: 2 proiezioni 6 euro / 1 proiezione 4 euro

ore 19.00
INTERNET’S OWN BOY: THE STORY OF AARON SWARTZ
di Brian Knappenberger / Stati Uniti, 2014, 105 minuti
Anteprima italiana

Versione originale sottotitolata in italiano

Dallo sviluppo del protocollo RSS a quello della piattaforma Reddit, c’è lo zampino del ragazzo prodigio dell’informatica Aaron Swartz in buona parte di internet. Il suo innovativo impegno di attivista per la giustizia sociale e nell’organizzazione politica, unito a un aggressivo approccio all’accesso all’informazione, lo hanno però imbrigliato in un incubo legale durato 2 anni, conclusosi con il suicidio a soli 26 anni. Il caso di Aaron ha scosso le coscienze ben oltre le comunità online nelle quali era una vera celebrità, la sua vicenda è un monito a non sottovalutare il rapporto tra tecnologia e diritti civili.
Festival: Sundance 2014, HotDocs Toronto, Sheffield Doc/Fest

 

 
ore 21.00
POINT AND SHOOT
di Marshall Curry | Stati Uniti, 2014, 82 minuti
Anteprima italiana

Versione originale sottotitolata in italiano

Matt VanDyke è un timido 27enne affetto da disturbo ossessivo-compulsivo, che nel 2006 lascia Baltimora per intraprendere un “corso intensivo in virilità”: compra una moto e una videocamera e inizia un viaggio attraverso Nord Africa e Medio Oriente. Finisce per stringere una inedita amicizia con un hippie libico, che raggiunge e affianca allo scoppio della rivoluzione. Con un’arma da fuoco in una mano e la videocamera nell’altra, Matt combatte e filma il conflitto da un punto di vista impossibile, finché non verrà catturato dalle forze di Gheddafi, scomparendo per 6 mesi in una prigione. Nemmeno quello basterà però a fermarlo
Festival: Tribeca 2014 (Best Documentary Award), Hot Docs Toronto, Sheffield Doc/Fest