giovedì 20 aprile Quasi signorina di Cristina Portolano 18.30 Mediateca

Cristina nasce a Napoli. È la fine degli anni Ottanta e fra camorra, terremoti e incidenti in centrali nucleari, la vita sembra piuttosto complicata. Ma se sei vispa e creativa, c’è una soluzione per tutto: come leggere gli adorati fumetti, disegnare, imparare l’autodifesa da tuo fratello grande, chiacchierare dei tuoi guai con Diego Armando Maradona e scrivere e ricevere lettere dalla Barbie. Tutte cose utilissime per crescere con un’idea personale delle cose e imparare a dire di no ai vestitini che pungono, alle ingiustizie, alle ipocrisie degli adulti, alle idee stupide sulle bambine, come quella che se sei femmina sei una bella bambolina nata per soffrire.

quasi signorina_interno_38
Cristina Portolano nasce a Napoli nel 1986. Dopo il Liceo Artistico S.s Apostoli si trasferisce a Bologna per studiare all’Accademia di Belle Arti che frequenta dal 2006 al 2012. Disegna storie a fumetti ed è illustratrice freelance. Nelle scuole medie insegna educazione artistica e tiene laboratori di disegno e arte murale. Le piace la fotografia analogica e la scultura. Ha pubblicato su riviste come Linus. IlSole24ORE, Soccer Illustrated, Internazionale, Lo straniero, Hamelin, Illywords, Napoli Monitor, e collettivi di autoproduzione come Squame, Delebile, Teriera, Ernest virgola.
Ha vinto diversi premi e ha esposto in Italia e all’estero in varie mostre personali e collettive.
Il suo primo libro intitolato “Quasi Signorina” edito da Topipittori.
Ha pubblicato 3 illustrazioni nel fortunato libro “Good Night Stories for Rebel Girls” progetto di Timbuktu Labs con sede a Los Angeles che sarà pubblicato in Italia da Mondadori.
Il suo ultimo progetto è “My tinder date” una serie a fumetti ispirata alla famosa app di appuntamenti online che si può leggere su sito: https://www.patreon.com/cristinaportolano
Vive e lavora a Bologna.

in collaborazione con Topipittori

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *