Rainer Werner Fassbinder (Bad Wörishofen, 31 maggio 1945 – Monaco di Baviera, 10 giugno 1982) è stato un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico, montatore, attore, drammaturgo, regista teatrale e scrittore tedesco, uno dei maggiori esponenti del Nuovo cinema tedesco degli anni settanta-ottanta.

Autore tra i più fortunati in una grande stagione di cinema della quale ha rappresentato il ‘cuore’ pulsante, ha utilizzato l’insegnamento del family melodrama americano, continuando idealmente l’opera di un altro tedesco, Douglas Sirk, fuggito a Hollywood. Con lo strumento del mélo ha vivisezionato le dinamiche della passione e ha raccontato la storia presente e passata della Germania. Leggendario per la capacità lavorativa e di valorizzare il gruppo dei suoi collaboratori artistici, ha lasciato un’opera che non ha quasi eguali nel cinema d’autore moderno e che non investe soltanto il cinema ma abbraccia anche il teatro e la radiofonia.

P0328A Il piccolo chaos (Das Kleine Chaos)
di Rainer Werner Fassbinder, 1966, Germania, 9 min
TEDESCO SUB ITA

Tre giovani ragazzi con il pretesto di vendere abbonamenti di riviste entrano in appartamenti per rubare. Alla fine riescono a derubare una donna e scappano via con il malloppo.
P0328A Il vagabondo (Der Stadtstreicher)
di Rainer Werner Fassbinder, 1966, Germania, 10 min
TEDESCO SUB ITA

Un vagabondo, camminando per le strade di Monaco di Baviera, trova una pistola in un vicolo e tenta invano di liberarsene. Alla fine due ragazzi che lo hanno pedinato tentano di rubargliela fino a riuscirci, prendendosi anche gioco di lui.
P0328B Il fidanzato, l’attrice, il ruffiano
(Der Bräutigam, die Komödiantin und der Zuhälter)
di Jean-Marie Straub, Danièle Huillet con R. W. Fassbinder, 1968, Germania, 22 min
TEDESCO SUB ITA

Cortometraggio d’autore, girato in Germania da Jean Marie Straub e Danièle Huillet con la troupe teatrale di Fassbinder da testi di Ferdinand Bruckner e San Juan de la Cruz, che si snida fra cinema e teatro. Diviso in tre sequenze, collegate insieme grazie ai tre personaggi del titolo che incrociano le loro vite sia sulla scena che nella realtà.
P0328A L’amore è più freddo della morte (Liebe ist kälter als der Tod)
di Rainer Werner Fassbinder, 1969, Germania, 88 min
TEDESCO SUB ITA

Franz è un magnaccia da quattro soldi che convive con Joanna e la sfrutta. Attratto fisicamente da Bruno, il gangster messo alle sue calcagna dal racket al quale rifiuta di sottomettersi, diventa amico di quest’ultimo al punto che accetta di dividere con lui persino la propria ragazza. Joanna però rifiuta e informa la polizia di un loro piano per una rapina in banca.
D0455 Dei della peste (Götter der Pest)
di Rainer Werner Fassbinder, 1970, Germania, 91 min
TEDESCO SUB ITA

Franz Walsh esce di prigione e si reca dalla sua ex amante Joanna, che ora è cantante in un locale notturno. Cerca suo fratello Marian e scopre che è stato assassinato. Tale Gunther, soprannominato “gorilla”, confessa di averlo ucciso. Nel frattempo Franz ha fatto la conoscenza di Margarethe e ha lasciato Joanna. Franz, Gunter e Jo, gangster sulla via del tramonto e ritiratosi in campagna, decidono di rapinare un supermercato.
P0670B D1275 Perchè il signor R. è diventato matto?
(Warum läuft Herr R. Amok?)
di Rainer Werner Fassbinder, 1970, Germania, 88 min

Storia della vita di un uomo qualunque, il signor Raab, sposato, con un figlio, ingegnere industriale, che trascorre i suoi giorni in modo ordinario. Il film testimonia con modalità documentaria le invisibili trasformazioni che un uomo apparentemente sano può subire all’interno di una società occidentale come quella tedesca del Wirtschaftswunder, intrappolata tra ripresa economica fiduciosa e rimozione ostinata del lutto.
D0455 Il soldato Americano (Der Amerikanische Soldat)
di Rainer Werner Fassbinder, 1970, Germania, 80 min
TEDESCO SUB ITA

Ricky, un killer americano, reduce dalla sporca guerra del Vietnam, nato a Monaco e appena uscito di prigione, viene assoldato da tre poliziotti per uccidere alcune persone ritenute scomode. È in questo periodo che l’uomo ritrova il vecchio amico Franz e finisce per innamorarsi di Rosa, la fidanzata di uno dei poliziotti.
P1745A Il viaggio di Niklashausen (Die Niklashauser Fart)
di R. W. Fassbinder, Michael Fengler, 1970, Germania, 90 min

Hans Boehm, predicatore medievale, esorta i cittadini alla rivoluzione, sostenendo di essere stato mandato dalla vergine Maria. L’uomo è inviso sia alla chiesa che al governo e viene fermato, ma la rivolta popolare esplode.
P1745B Rio das Mortes
di Rainer Werner Fassbinder, 1971, Germania, 84 min

Gunther e Michael rincorrono con ostinazione l’utopia di partire per il Perù a rintracciare un tesoro. Si preparano per il viaggio, ostacolato però dalla fidanzata di Michael Hanna, che ha il sogno di sposarsi e metter su famiglia.
P0670A D1275 Martha
di Rainer Werner Fassbinder, 1973, Germania, 112 min

Martha ha conosciuto suo marito a Roma. Lui, Helmut, è premuroso, affascinante e protettivo. Dal momento in cui vanno a vivere insieme, però, le cose cambiano. Helmut da premuroso diventa ossessivo, da protettivo si trasforma in maniacale. Prima stacca il telefono, poi impedisce alla moglie di uscire di casa. Lei, che intanto ha conosciuto il giovane Kaiser, comincia a nutrire foschi pensieri.
P0670C D1275 Germania in autunno (Deutschland im Herbst)
di Rainer Werner Fassbinder, Alexander Kluge, Volker Schlöndorff, Alf Brustellin, Bernhard Sinkel, Katja Rupé, Hans Peter Cloos, Edgar Reitz, Maximiliane Mainka, Peter Schubert, 1978, Germania, 123 min

Film di montaggio, tra finzione e documentario, che vede coinvolti alcuni importanti registi tedeschi degli anni Settanta.
Si parte dai funerali di Schleyer, assasinato dalla Raf (le Brigate Rosse tedesche), al rapporto di Fassbinder col suo compagno, a documenti sull’antinazismo (episodio di Klüge), fino alla censura televisiva sull’ “Antigone di Böll” (Schlöndorff).
P0670E D1275 Un anno con 13 lune (In einem Jahr mit 13 Monden)
di Rainer Werner Fassbinder, 1978, Germania, 124 min

Elvira, un transessuale, ha concesso un’intervista a un quotidiano per raccontare la sua esperienza. Pestata a sangue da un gruppo di teppisti, abbandonata anche dal suo compagno, Christopher, trova conforto e amicizia in Zora, una prostituta.
P0670G D1275 La terza generazione (Die dritte Generation)
di Reiner Werner Fassbinder, 1979, Germania, 111 min

Berlino ovest, 1978. La polizia intensifica la lotta al terrorismo usando computer acquistati dalla ditta di Peter Lenz. Il 27 aprile 1979, giorno di Carnevale, un gruppo terroristico, di cui fa parte la segretaria di Lenz, Susanna, rapisce l’industriale e lo obbliga a dichiarare in video di essere “prigioniero del popolo”. E lui, mentre lo dice, quasi ride.
P0670F D1275 Lola
di Rainer Werner Fassbinder, 1981, Germania, 115 min

Germania, anni Cinquanta. Lola, prostituta e cantante, lavora in un bordello di provincia ed è l’amante di Schuckert, un uomo bieco e corrotto. L’arrivo di un onesto assessore sembra mettere fine ai loro loschi traffici e ai facili guadagni, ma Lola riesce a sedurlo e a farsi sposare, pur restando legata al suo amato sfruttatore.
P0670D D1275 Veronica Voss (Die sehnsucht der Veronika Voss)
di Rainer Werner Fassbinder, 1982, Germania, 105 min

Un giornalista sportivo conosce per caso una misteriosa donna: la segue e scopre trattarsi di una ex diva del cinema ai tempi del Terzo Reich. Ora la donna però vive solo di ricordi ed è succube della morfina e di una dottoressa senza scrupoli.
La pellicola vinse l’Orso d’oro al Festival di Berlino.
D1082 Querelle de Brest (Querelle)
di Rainer Werner Fassbinder, 1982, Germania, Francia, 106 min

La nave su cui è imbarcato Querelle attracca a Brest. Nell’angiporto della città, il marinaio intreccia una serie di relazioni clandestine: denuncia alla polizia l’assassino Gil, di cui è innamorato; poi seduce l’amante del fratello e si fa possedere dal proprietario del locale del porto, mentre il capitano della nave nutre una passione segreta per lui.