Re-cycling
Špela Čadež, Rastko Ćirić, Vessela Dantcheva, Magda Guidi, Joni Männistö, Regina Pessoa, Ülo Pikkov, Marina Rosset, Gábor Ulric, Petra Zlonoga. Art Dirction: Paola Bristot (Arte Video, Viva Comix)
Europa, 2014, DCP14’
Un film collettivo, disegnato direttamente sulla pellicola da 10 autori provenienti da 10 paesi europei. E’ stato ideato nell’anniversario del centenario della nascita di Norman Mclaren, il grande autore anglo-canadese, tra I più importanti sperimentatori di questa tecnica. Il soggetto del film è gioco legato a un oggetto che gli autori si sono scambiati e che è diventato lo spunto per storie, digressioni astratte, racconti minimi.


Brut / Brutus
Svetlana Filippova (School-Studio “SHAR”)
Russia, 2014, DCP, 12’49”
Un mondo che cambia sotto gli occhi di un cane Brutus, che sa cogliere meglio degli umani il senso del passato e come viene descritto nella presentazione del film «guarda gli umani negli occhi solo per un attimo e immediatamente distoglie lo sguardo per non vedere un cambiamento, per ricordare ciò che è stato dato e portare via quello che si è ricevuto.
Svetlana Filippova (1968) si è diplomata in filologia presso l’Univeristà Statale di Kazakh e successivamente presso lo studio di animazione SHAR, seguendo corsi di sceneggiatura e regia. Vive a Mosca dove si occupa di animazioni e illustrazione.

Teisel pool metsa /On the Other Side of the Woods
Anu-Laura Tuttelberg (Nukufilm/Anu-Laura Tuttelberg/Estonian Academy of the Artt
Estonia, 2014, DCP, 10’09”
Una fiaba venata nostalgia è quella che ci racconta Anu-Laura Tuttelberg attraverso dei puppet di argilla che si muovono in un ambiente naturale, incline a raccogliere e restituire una luce che testimonia il reale passaggio del tempo e la mutazione dell’ambiente in un costante flusso di cambiamento.
Anu-Laura Tuttelberg (1984)si è diplomata presso l’Accademia di Belle Arti estone con Fly Mill, un film che ha ottenuto importanti riconoscimenti internazionali.



Symphony No. 42
Réka Bucsi (MOME Budapest)
Ungheria, 2013, HD, 10′
Non potevamo escludere dalla rassegna questo film che ha vinto meritatamente moltissimi premi in numerose rassegne internazionali. Un’operetta morale, dove si illustra con spirito surreale, ma mica così lontano dal futuribile scenario che ci si prospetta, una natura sconvolta dalle azioni dell’uomo, queste sì totalmente irrazionali e insane. Réka Bucsi (1988), si diploma con questo film alla Moholy-Nagy University of art and design di Budapest.

Kamienica / The Tenement building
Agnieszka Burszewska (FUMI Studio)
Poland, 2013, DCP, 12’43”
E’ una commedia noir quella di cui tratta il film prospettando una vita degradata, in preda ad appettiti bestiali e cannibaleschi. Agnieszka Burszewska lo realizza con la tecnica della clay motion che rende con efficacia, anche materialmente, la dissoluzione delle forme. La giovane regista si è diplomata presso The Polish Filmschool di Lodz nel 2012 e si è distinta nella produzione di spettacoli teatrali e corti d’animazione.



Floating in my mind (Digimage)
Hélène Leroux
Francia, 2013, 3’08”
Cosa passa nella mia testa? Come rendere senza essere didascalici e banali, i pensieri, i desideri che fluttuano aerei come palloncini… così Hélène Leroux visualizza questi eterei e spesso intraducibili moti dell’animo proprio con dei palloncini che esprimono più delle parole le relazioni più intime tra noi stessi con noi stessi. Hélène Leroux si è diplomata presso la Ecole supérieure de design, d’art graphique et d’architecture (ESAG) di Pennighen.

You look like me
Pierre Hebert
Canada, 2014, HD, 5’ 46’’
“Ti sono passato accanto, ti sono solo passato accanto, sulla strada, in metropolitana, o piuttosto ti ho visto, solo ti ho visto, in televisione, sui giornarli ho letto la storia della tua vita, ho visto foto di te, ti ho visto di passaggio, solo di passaggio, ma io non potrei dimenticare i tuoi occhi, che mi hanno detto: “Piccolo fratello, piccola sorella, tu ti presenti come me”. Così presenta il suo film Pierre Hebert, grande maestro dell’animazione canadase.



Papa
Jelena Girlin, Mari-Liis Bassovskaja (Nukufilm Studio)
Estonia, 2014, DCP, 16’08”
Un film complesso, che unisce riprese fotografiche e animazione di oggetti, diretto sapientemente da due registe che riescono a toccare le corde più sensibili e profonde dei sentimenti attraverso una grande capacità di sviluppare un racconto animato da dettagli e immagini tutt’altro che scontate.
Jelena girlin (1979) e Mari-Liis Bassovskaja (1977), sono animatrici professioniste occupate nello studio estone della Nukufilm.

Aubade
Mauro Carraro (Nadasdy Films)
Svizzera, 2014, DCP, 6’00”
I concerti all’alba stanno prendendo piede in molte localita’ turistiche italiane e soprattutto europee. Si celebra il sorgere del sole come evento che coincide con l’idea della rinascita. E la musica di un concerto sottolinea e accompagna meglio di ogni altro cerimoniale questo evento. Mauro Carraro la interpreta nel film Aubade restituendoci l’atmosfera trasognata che coinvolge oltre agli spettatori anche inevitabilmente la natura circostante.