Il termine Nouvelle Vague (“nuova onda” in francese) apparve per la prima volta sul settimanale francese L’Express il 3 novembre 1957, in un articolo a firma Françoise Giroud, e verrà ripreso da Pierre Billard nel febbraio 1958 sulla rivista Cinéma 58. Con questa espressione si fa riferimento ai nuovi film distribuiti a partire dal 1959 ed in particolare a quelli presentati al festival di Cannes di quell’anno. Ma è una campagna pubblicitaria del CNC (Centre National de la Cinématographie, Centro Nazionale della Cinematografia) che diffonderà maggiormente l’espressione e la metterà in stretta correlazione con la corrente cinematografica emergente.
Una selezione di titoli presenti in mediateca per il prestito e la consultazione:

(P2128) – E Dio creò la donna… Piace a troppi – Et Dieu… créa la femme (1956) di Roger Vadim

(P0292) – Ascensore per il patibolo – Ascenseur pour l’échafaud (1957) di Louis Malle
(P0927) – I 400 colpi – Les quatre cents coups (1957) di François Truffaut
(P2171) – Le beau Serge (1957) di Claude Chabrol

(P2129) – Parigi ci appartiene – Paris nous appartient(1958-1960) di Jacques Rivette

(P0113) – Hiroshima mon amour (1959) di Alain Resnais
(D2195) – Il segno del leone – Le signe du lion (1959) di Eric Rohmer

(P0288) – Fino all’ultimo respiro – A bout de souffle(1960) di Jean-Luc Godard
(p1221) – Il testamento di Orfeo – Le testament d’Orphée(1960) di Jean Cocteau
(P0405) – Tirate sul pianista – Tirez sur le pianiste (1960) di François Truffaut
(P0138) – Zazie nel metrò – Zazie dans le metrò (1960) di Louis Malle

(P2132) – L’anno scorso a Marienbad – L’année dernière à Marienbad (1961) di Alain Resnais

(P0116) – Jules e Jim (1962) di François Truffaut
(P0002) – Questa è la mia vita – Vivre sa vie (1962) di Jean-Luc Godard
(D1701) – La jetee (1962) di Chris Marker

(P1244) – Il disprezzo – Le Mepris (1963) di Jean-Luc Godard
(P0069) – Muriel, il tempo di un ritorno (1963) di Alain Resnais
(P0292) – Fuoco fatuo (1963) di Louis Malle

(P2130) – Band apart (1964) di Jean-Luc Godard
(P2131) – La calda amante (1964) di François Truffaut

(P1064) – Alphaville (1965) di Jean-Luc Godard
(P2179) – Il bandito delle 11 – Pierrot le Fou (1965) di Jean Luc Godard

(P0135) – Il maschio e la femmina (1966) di Jean-Luc Godard
(P2133) – La guerra è finita – La guerre est finie (1966) di Alain Resnais

(P0569) – La Cinese (1967) di Jean-Luc Godard
(P1218) – Frank Costello faccia d’angelo – Le Samourai (1967) di Jean-Pierre Melville
(P2030) – La Collezionista – La Collectionneuse (1967) di Eric Rohmer
(P1204) – Josephine – Les demoiselles de Rochefort (1967) di Jacques Demy
(P0517) – 2 o 3 cose che so di lei – 2 ou 3 choses que je sais d’elle (1967) di Jean-Luc Godard

(P1047) – La mia notte con Maud – Ma nuit chez Maud (1969) di Eric Rohmer
(P2186) – Ucciderò un uomo – Que la bête meure (1969) di Claude Chabrol
(P2172) – Stephane, una moglie infedele (1969) di Claude Chabrol

(P1215) – Le Boucher (1970) di Claude Chabrol
(P1279) – Il ginocchio di Claire (1970) di Eric Rohmer