P0208 scarface Scarface – Lo sfregiato (Scarface)
di Howard Hawks, 1932, USA, 93 min

Un giovane killer, Tony Camonte, diventa la guardia del corpo di un capo banda. Aiutato da un amico, Rinaldo, si impadronisce del potere. Morbosamente innamorato della sorella, Tony compie però l’errore di uccidere Rinaldo, quando viene a sapere che questi ha sposato la ragazza. La polizia si mette sulle sue tracce per l’omicidio.
P1511 Strada sbarrata Strada sbarrata (Dead End)
di William Wyler, 1937, USA, 82 min

“Faccia d’angelo” Martin è un malvivente originario dell’East Side di New York. In cerca di rifugio dalla polizia che lo sta braccando, torna nei “suoi” bassifondi ma viene bruscamente scacciato dalla madre. La sua fama lo rende popolarissimo presso le nuove leve del crimine locale (i “Dead End Kids”); ma l’architetto Dave Connell, disoccupato e idealista, si contrapporrà alla sua prepotenza fino alle estreme conseguenze.
P1048 Il mistero del falco Il mistero del falco (The Maltese Falcon)
di John Huston, 1941, USA, 101 min

Una bella ragazza si reca dall’investigatore privato Sam Spade per incaricarlo di svolgere un’indagine. Il poliziotto accetta e si trova coinvolto in una vicenda in cui un gruppo di avventurieri è impegnato in una lotta senza quartiere per impossessarsi di un’antica “preda” di inestimabile valore.
Nominato a 3 Oscar nel 1942, nel 2008 l’American Film Institute l’ha inserito al trentunesimo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi.
P0003 La donna del ritratto La donna del ritratto (The Woman in the Window)
di Fritz Lang, 1944, USA, 107 min

Un docente di criminologia cena presso il suo club. Ha ammirato in una vetrina un quadro raffigurante una bellissima donna e questa – di cui nulla conosce – entra in un suo sogno, dapprima piacevole (la loro relazione sentimentale), ma che si trasforma poi in un autentico incubo.
P0023 la fiamma del peccato La fiamma del peccato (Double Indemnity)
di Billy Wilder, 1944, USA, 107 min

Un agente d’assicurazioni fa conoscenza con una donna affascinante, che vuole assicurare suo marito sulla vita, senza farglielo sapere. C’è del losco, ma Walter, l’agente, è soggiogato dal fascino pericoloso della cliente. I due diventano amanti e insieme progettano l’omicidio del marito per poi dividersi il premio.
Il film ha rivcevuto 7 nomination agli Oscar del 1945, e nel 2008 l’American Film Institute l’ha inserito al ventinovesimo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi.
P1299 La scala a chiocciola La scala a chiocciola (The Spiral Staircase)
di Robert Siodmak, 1945, USA, 83 min

In città sono state uccise alcune donne: tutte avevano un difetto fisico. Nel mirino del killer una ragazza muta, a servizio nella casa di un professore che vive con la matrigna e il fratello minore. Durante una notte da tregenda, l’assassino torna a colpire, questa volta rischiando di tradirsi.
P0198 Gilda Gilda
di Charles Vidor, 1946, USA, 110 min

Gilda, una ballerina, si sposa con Ballin per far dispetto a Johnny, l’ex amante che l’ha lasciata. In seguito Ballin salva la vita a Johnny che, per riconoscenza, accetta di lavorare nella sua bisca, dove ritrova naturalmente Gilda di cui ignorava il matrimonio. Il nuovo incontro tra i due scatena sentimenti che sembravano ormai spenti.
Fu presentato in concorso al Festival di Cannes 1946.
P2226 Il grande sonno Il grande sonno (The big sleep)
di Howard Hawks, 1946, USA, 114 min

L’investigatore privato Philip Marlowe viene incaricato dall’anziano generale Sternwood di scoprire chi ricatta la figlia minore. Marlowe accetta l’incarico, che si rivela però più complicato del previsto. La ragazza, sua sorella maggiore e il cognato sono invischiati in un giro poco pulito di gioco d’azzardo.
P0276 la fuga La fuga (Dark Passage)
di Delmer Daves, 1947, USA, 106 min

Vincent Parry è un innocente vittima di un errore giudiziario. Evade, si fa aiutare da Irene e scopre che il suo migliore amico è stato ucciso. Così si fa fare la plastica facciale e non riconoscibile va a caccia di assassini.
P1928 Odio implacabile Odio implacabile (Crossfire)
di Edward Dmytryk, 1947, USA, 86 min

Alla fine della seconda guerra mondiale, un gruppo di militari si ritrova all’interno di un bar. Un sergente antisemita uccide durante una lite un ebreo, cercando di far cadere, durante le indagini, la colpa su di un commilitone. L’inchiesta di commissario, dopo varie difficoltà, porterà all’arresto del vero colpevole.
Il film ha vinto Grand Prix du Festival come miglior film sociale al 2º Festival di Cannes.
P00058 La signora di shangai La signora di shangai (The Lady from Shanghai)
di Orson Welles, 1947, USA, 86 min

Michael O’Hara, marinaio irlandese, salva Mrs. Elsa Bannister da un’aggressione in Central Park a New York e viene ingaggiato dal suo zoppo marito, avvocato di gran nome, perché li porti – lui, la moglie e il suo socio in affari – su uno yacht a San Francisco con tappa ad Acapulco. Il buon O’Hara si accorge presto di essere capitato in un nido di vipere e di squali, il peggiore dei quali è proprio lei, l’angelo biondo dal cuore nerissimo.
D2729 Forza bruta Forza bruta (Brute Force)
di Jules Dassin, 1947, USA, 98 min

Un gruppo di detenuti del penitenziario di Westgate, guidati da Joe Collins, sta organizzando un’evasione. Mentre il piano prende forma, i reclusi della cella R17 raccontano ognuno la propria storia di come siano finiti dietro le sbarre. Ad ostacolare l’evasione è il sadico e duro agente carcerario Munsey e quando l’evasione non ha successo scoppia una sommossa nella prigione.
P1070 Le catene della colpa Le catene della colpa (Out of past)
di Jacques Tourneur, 1947, USa, 97 min

Un detective privato crede di chiudere una fase della sua esistenza, andando a vivere in una cittadina piuttosto periferica. Ma la sua è una vera illusione, destinata a crollare nel momento in cui nel piccolo centro fanno la loro apparizione l’ex capo del detective e la sua attuale moglie, che anni prima è stata amante del private-eyes.
P2212 Il terzo uomo Il terzo uomo (The Third Man)
di Carol Reed, 1949, Gran Bretagna, 104 min

La guerra è da poco finita e lo scrittore canadese Holly Martins si reca a Vienna per incontrare il suo vecchio amico Harry Lime, ma viene a sapere che l’uomo è morto. Non fidandosi delle indagini ufficiali, Holly inizia le sue ricerche e scopre che c’era una terza persona al momento in cui Harry sarebbe morto. Poi gli sembra di incontrare l’amico, ma è solo un’ombra e scappa via subito. A poco a poco la verità viene fuori.
Dopo aver vinto un Oscar (fotografia) su tre nomination, una Palma d’Oro a Cannes (Carol Reed) e un BAFTA (miglior film), nel 1999 il British Film Institute l’ha inserito al primo posto della lista dei migliori cento film britannici del XX secolo.
D0653 La sanguinaria La sanguinaria (Deadly Is the Female, Gun Crazy)
di Joseph H. Lewis, 1950, USA, 86 min

Appena uscito da un riformatorio, dove era stato rinchiuso per furto di armi, un ragazzo si aggrega a un circo dove si esibisce come tiratore. Si innamora di una ragazza e la sposa, ma questa si dimostra avida e sanguinaria. Insieme iniziano a compiere rapine e uccidono due persone. La polizia è sulle loro tracce. I due potrebbero fuggire, ma la donna cerca di eliminare due amici d’infanzia del ragazzo.
D0440 I trafficanti della notte I trafficanti della notte (Night and the City)
di Jules Dassin, 1950, USA, 96 min

Harry Fabian, equivoco avventuriero, organizza in un night-club di Londra incontri clandestini di lotta greco-romana, ma pesta i piedi a un ras della malavita.
P2227 Due Ore Ancora Due Ore Ancora (D.O.A)
di Rudolph Maté, 1950, USA, 83 min

Un professionista oberato dagli impegni prende un periodo di riposo. Poche ore dopo la sua partenza, però, si sente male e scopre di essere stato avvelenato con un prodotto per il quale non esiste antidoto. Gli rimangono 48 ore di tempo per scoprire da chi e perché.
P2231 giungla d'asfalto Giungla d’asfalto (The Asphalt Jungle)
di John Huston, 1950, USA, 112 min

Un gruppo di gangster, su commissione di un avvocato in cattive acque, compie una rapina in una gioielleria. Qualcosa non funziona. La banda, malgrado uno dei suoi componenti resti gravemente ferito, porta a termine il colpo. Ma uno degli organizzatori, messo sotto torchio dalla polizia, finisce col confessare.
Presentato in concorso alla 15ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, il film è valso a Sam Jaffe la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile. Ha inoltre ricevuto quattro nomination ai Premi Oscar 1951 e tre ai Golden Globe 1951.
D0649 So che mi ucciderai So che mi ucciderai (Sudden Fear)
di David Miller, 1952, USA, 110 min

San Francisco: una ricca e famosa commediografa sposa un attore. Casualmente scopre che il marito sta elaborando un piano per ucciderla ed ereditare il suo patrimonio, in complicità con la sua giovane amante. Decide di escogitare un piano per far cadere in trappola gli amanti diabolici, ma qualcosa andrà storto.
P1135 il grande caldo Il grande caldo (The Big Heat)
di Fritz Lang, 1953, USA, 90 min

Indagando sul suicidio di un collega, nonostante le pressioni dei superiori affinché non se ne occupi, il sergente Dave Bannion scopre una fitta rete criminale che avvolge nelle maglie della corruzione gran parte della città.
P1013 seduzione mortale Seduzione mortale (Angel Face)
di Otto Preminger, 1953, USA, 88 min

Diana è una ricca e affascinante ereditiera che adora il padre e odia la matrigna. Frank è un conducente di ambulanze che viene travolto da un’irresistibile (e ricambiata) passione per la donna. Legame di sangue, vortice di violenza e poi un delitto.
P2225 Grisbì Grisbì (Touchez pas au grisbi)
di Jacques Becker, 1954, Francia , Italia, 89 min

Una banda di gangster mette a segno un grosso colpo che frutta cinquanta chili di lingotti d’oro. Per l’imprudenza di uno del gruppo, banditi rivali ricattano gli autori del colpo e per salvare un amico il vecchio capobanda rinuncia al malloppo.
Il film fu proiettato alla 15ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia nel 1954.
P1062 un bacio e una pistola Un bacio e una pistola (Kiss Me Deadly)
di Robert Aldrich, 1955, USA, 106 min

Mike Hammer è un detective dalla reputazione non immacolata. L’incauto passaggio ad un’autostoppista enigmatica e un tragico incidente lo coinvolgono in un caso intricatissimo. Al centro della faccenda c’è un oggetto misterioso: una valigia contesa da spie nemiche e dal contenuto misterioso.
P2230 Rififì Rififì (Du rififi chez les hommes)
di Jules Dassin, 1955, Francia, 122 min

Un gruppo di gangster, a Parigi, compie un colpo favoloso, praticando un buco nel tetto di una gioielleria e impadronendosi di un bottino enorme. Ma uno della banda, Cesare, regala un anello a una cantante, il cui amico, un gangster rivale, capisce la verità e scatena una caccia all’uomo per impossessarsi della refurtiva. Tra le due bande scoppia una guerra senza esclusione di colpi.
Il film fu presentato in concorso all’8º Festival di Cannes e valse a Dassin il premio per il miglior regista.
P0210 D0753 D0113 La donna che visse due volte La donna che visse due volte (Vertigo)
di Alfred Hitchcock, 1958, USA, 128 min

A causa delle sue vertigini, l’agente Ferguson è a riposo per non aver impedito un incidente mortale a un collega. Un amico gli chiede di sorvegliare sua moglie, che ha manie suicide. Ferguson resta affascinato dall’infelice donna e quando è costretto a intervenire per salvarla da un tentativo di suicidio in mare tra i due ha inizio una storia d’amore. Ma una tragedia sta per sconvolgere le vite di entrambi.
Capolavoro assoluto di Hitchcock, nominato a due Oscar nel 1959, viene inserito dell’American Film Institute al nono posto della classifica dei cento migliori film americani di tutti i tempi nel 2008.
P0242 L'infernale Quinlan L’infernale Quinlan (Touch of Evil)
di Orson Welles, 1958, USA, 108 min

Mike Vargas, ispettore della polizia messicana e sua moglie Susan, devono interrompere il loro viaggio di nozze per venire a capo dell’uccisione del ricco proprietario Linnekar, avvenuta al confine tra gli Stati Uniti e il Messico. Vargas partecipa alle indagini affiancando l’ispettore americano Quinlan, ottimo poliziotto dall’etica dubbia perché si considera al di sopra della legge.
P1218 Frank costello Frank costello (Le Samouraï)
di Jean-Pierre Melville, 1967, Francia, Italia, 107 min

Jeff Costello è un killer che, eseguito l’omicidio commissionatogli, sfugge all’arresto aiutato dalla sua amante. La sua vita è appesa a un filo, braccato dalla polizia e dai suoi mandanti. Frank decide di adottare una soluzione estrema.
P0373 Chinatown Chinatown
di Roman Polanski, 1974, USA, 125 min

Ingaggiato per una questione di infedeltà coniugale, il detective Gittes si accorge di essere in realtà lo strumento di una macchinazione ai danni di un funzionario comunale che ha scoperto un traffico illecito di acqua della rete pubblica.
Vincitore di un premio Oscar (sceneggiatura), quattro Golden Globe e tre BAFTA, nel 2008 l’American Film Institute l’ha inserito al ventunesimo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi.
P0262 scarface de palma Scarface
di Brian De Palma, 1983, USA, 170 min

Tony Montana, profugo cubano negli Stati Uniti, scala i vertici della malavita con crudeltà e determinazione. Diventa il re del narcotraffico, spalleggiato dall’amico Manny. Dopo aver ucciso anche il suo boss, Lopez, ne sposa la donna, Elvira. Raggiunto l’apice, iniziano però per Tony i guai: personalità instabile, il nuovo boss offende l’importante alleato boliviano, Sosa. Il rapporto con Elvira naufraga e per di più la sorella Gina, di cui è morbosamente innamorato, va a sposare proprio Manny.
P1795 Blood simple Blood simple
di Joel e Ethan Coen, 1984, USA, 99 min

Profondo Texas: Abby è sposata con Julian Marty, proprietario di un bar, ma ha una storia con Ray, uno degli impiegati del marito. Scoperta la tresca, Marty assume il laido investigatore privato Loren Visser per eliminare entrambi; tuttavia, dopo essere entrato in azione, Visser si rende conto che l’affare gli può rendere assai più del compenso concordato con Marty. Di qui in poi la faccenda si complica terribilmente, e saranno in parecchi a pagarla carissima.
P1474 Vivere e morire a los angeles Vivere e morire a los angeles (To Live and Die in L.A)
di William Friedkin, 1985, USA, 116 min

Chance e Vukovich sono due agenti federali sulle tracce di un falsario di nome Eric Masters. Chance, che tra l’altro vuole vendicare un collega ucciso proprio da Masters, non esita a uscire dai binari della legalità pur di incastrarlo. Alla fine ci riesce, ma a un prezzo altissimo.
P0333 Velluto blu Velluto blu (Blue Velvet)
di David Lynch, 1986, USA, 120 min

Nella cittadina di Lumberton, Jeffrey Beaumont, un giovane studente, scopre in mezzo ad un campo i resti di un orecchio umano reciso di netto e lo porta alla polizia. Il giovane conosce così Sandy, figlia del detective Williams, e i due, presi dalla curiosità, cominciano ad indagare per conto proprio, scoprendo che nella loro cittadina esiste un ignobile mondo sotterraneo fatto di violenza, sesso, traffico di droghe e polizia corrotta.
P0822 Heat la sfida Heat la sfida (Heat)
di Michael Mann, 1995, USA, 170 min

È la storia di una caccia: McCauley, professionista del crimine, è la preda; Hanna, professionista nella lotta contro il crimine, è il cacciatore. Per entrambi la professione è una vocazione, quasi un’ossessione. McCauley decide di fare un’ultima, clamorosa rapina a un furgone blindato.
P0854 Fargo Fargo
di Joel e Ethan Coen, 1996, USA, Germania, Gran Bretagna, 95 min

Nel Minnesota un venditore d’auto fa rapire sua moglie da due balordi per chiedere un milione di dollari di riscatto al ricco suocero, ma tutto va storto e finisce in un massacro. “Tutto questo per un po’ di soldi, dov’è la logica?”
Questo capolavoro dei fratelli Coen oltre ad aver vinto due Oscar su sette nomination e un BAFTA, è stato proiettato al Festival di Cannes nel 1996 dove si è aggiudicato il premio per la migliore regia.
P1862 l.a. confidential L.A. Confidential
di Curtis Hanson, 1997, USA, 132 min

Los Angeles, anni Cinquanta. Jack, poliziotto molto popolare in città, viene nominato consulente di uno show televisivo destinato a promuovere l’immagine del distretto di polizia. Per questo motivo organizza arresti spettacolari di star per conto di Sid Hudgeons, editore della rivista di pettegolezzi “Hush-Hush”. Un giorno al “Nite Owl”, un locale notturno della città, avviene un’orrenda strage.
Dopo essere stato presentato in concorso al 50º Festival di Cannes, il film ha vinto nel 1998 due Oscar (miglior sceneggiatura non originale e miglior attorice non protagonista) su nove nomination.
P0225 Strade perdute Strade perdute (Lost Highway)
di David Lynch, 1997, USA, 134 min

Il sassofonista Fred e sua moglie Renée ricevono un video che li riprende in casa, anche quando lei viene massacrata da lui. Fred non ricorda, ma finisce in carcere condannato a morte. E un giorno, al suo posto nella cella, le guardie trovano Pete, un meccanico. Che a sua volta incontra la bionda Alice, pupa di un boss.
P1478 Soldi sporchi Soldi sporchi (A Simple Plan)
di Sam Raimi, 1998, Regno Unito, Germania, Stati Uniti d’America, Francia, Giappone, 121 min

La vita di quattro persone viene stravolta dal ritrovamento di un aereo da turismo in un bosco innevato, con a bordo quattro milioni di dollari. Sono soldi capaci di cambiare le loro vite; quelle miserabili di Lou e Jacob e quelle fintamente borghesi di Hank, fratello di Jacob, e di sua moglie Sara. Sarà l’inizio di un girotondo di paranoia, sospetti e morte.
Il film è stato candidato a due premi Oscar (miglior sceneggiatura non originale e miglior attore non protagonista).
P1196 memento Memento
di Christopher Nolan, 2000, USA, 116 min

Leonard Shelby, di professione investigatore presso una compagnia di assicurazioni, è un trentenne che soffre di una rara malattia che non gli consente di trattenere i ricordi per più di un quarto d’ora. L’uomo è alla ricerca dell’assassino della moglie e ogni giorno deve ricostruire quanto è avvenuto o ha scoperto durante il precedente. Foto Polaroid, appunti, tatuaggi, sono i mezzi attraverso cui tenta di costruire una griglia di ricordi, resistente all’ambiguità dell’indagine e alla volatilità della malattia, che gli consenta, forse, di arrivare a una qualche verità.
Il film è stato candidato ai Premi Oscar 2002 come migliore sceneggiatura originale e miglior montaggio.
P0979 Mulholland drive Mulholland drive (Mulholland Dr.)
di David Lynch, 2001, USA, Francia, 146 min

Mulholland Drive è una lunga e vecchia strada di Los Angeles: nasce nel deserto, attraversa i quartieri ricchi e finisce a strapiombo sulla costa di Malibù. Rita è un’avvenente bruna sopravvissuta ad un incidente d’auto in seguito al quale ha però perso la memoria, Betty un’aspirante attrice di belle speranze la ospita nel proprio appartamento e se ne innamora. Le due protagoniste cercano di far luce sull’amnesia di Rita, per scoprire che in realtà niente è come sembra.
Presentato in concorso alla 54ª edizione del Festival di Cannes, ha vinto il premio per la miglior regia.
P0808 collateral Collateral
di Michael Mann, 2004, USA, 119 min

Nel corso di una nottata, il taxista losangelino Max si ritrova ostaggio di Vincent, un killer professionista che deve eliminare una serie di persone e lo obbliga ad accompagnarlo in giro per la città. Il rapporto fra i due si fa sempre più conflittuale, con Max alla spasmodica ricerca di un modo per sopravvivere e per salvare almeno l’ultima vittima designata.
Nominato a due Oscar nel 2005 è stato presentato fuori concorso alla 61ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.
P1395 Quo vadis, baby? Quo vadis, baby?
di Gabriele Salvatores, 2005, Italia, 102 min

Giorgia, detective bolognese in declino che lavora nell’agenzia di investigazioni del padre, trascorre le notti vagando da un locale all’altro. Quando Aldo – amico di sua sorella maggiore, Ada, suicidatasi inspiegabilmente sedici anni prima – le invia delle videocassette che ricostruiscono il diario della suicida, Giorgia inizia a scavare nel passato per far luce sulla sua esistenza e quella di Ada.
P2228 Revanche. Ti ucciderò Revanche. Ti ucciderò (Revanche)
di Götz Spielmann, 2008, Austria, 121 min

Disperatamente innamorati, Tamara, una prostituta ucraina, ed Alex, il fattorino del suo protettore, sono costretto a vivere clandestinamente la loro relazione. Per scappare dalla squallida vita dei quartieri a luci rosse, Alex e Tamara mettono in atto un piano per rapinare la banca di un remoto villaggio e fuggire con i soldi. Ma la rapina non ha successo e l’ufficiale di polizia insegue la giovane coppia, che nella fuga in macchina si è trascinata dietro sangue e cadaveri.
P2224 Drive Drive
di Nicolas Winding Refn, 2011, USA, 95 min

Un uomo (senza nome) con la passione per le automobili divide la sua vita diurna tra il lavoro di meccanico e quello di stuntman per il cinema e, in quella notturna, saltuariamente, si trasforma anche in autista per criminali.
Presentato in concorso alla 64ª edizione del Festival di Cannes il 20 maggio 2011, Drive si è aggiudicato il Prix de la mise en scène per la miglior regia.
P1469 Doppio gioco Doppio gioco (Shadow Dancer)
di James Marsh, 2012, Gran Bretagna, 100 min

A Belfast, negli anni settanta, abita una bambina chiamata Colette McVaight. Il suo piccolo fratellino muore in strada in seguito a degli scontri durante il conflitto nordirlandese. Da questo momento lei e la sua famiglia saranno legati all’IRA. Colette, ormai adulta negli anni novanta, viene rapita dai servizi segreti britannici che la mettono davanti a due alternative: o andare in carcere per venticinque anni (lasciando così il figlio di dieci anni) o diventare una spia per i servizi segreti.
E’ stato presentato al Sundance Film Festival e successivamente fuori concorso al Festival di Berlino nel 2012.