OSSERVANDO LA MATERIA: IL CINEMA DI MASSIMO D'ANOLFI E MARTINA PARENTI

Workshop con Massimo D'Anolfi e Martina Parenti
Trieste, 5 e 6 luglio 2017
Massimo D’Anolfi e Martina Parenti hanno fatto della ricerca una pratica quotidiana. La loro osservazione del mondo non è mai astratta e ha origine in situazioni e luoghi definiti (anche nella loro natura indefinita), spazi in processo di trasformazione o in divenire, all’interno dei quali l’individuo si inserisce e interagisce ora con la natura, ora con la società. 

Sede: Mediateca La Cappella Underground, Via Roma 19 – Trieste

date e orari: mercoledì 5 e giovedì 6 luglio dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 (12 ore in totale)

ShorTS International Film Festival organizza presso il Cinema Ariston, in via Romolo Gessi 14 a Trieste, una retrospettiva completa dei film di Massimo D'Anolfi e Martina Parenti. L'ingresso alle proiezioni è gratuito, gli studenti del workshop sono caldamente invitati a partecipare e a seguire l'intera rassegna. Nel programma del Festival troverete indicati i giorni e gli orari.

 

Costi: intero € 80,00 / ridotto € 60,00: studenti delle superiori (purché maggiorenni) o dell'Università, iscritti a Mestieri del Cinema varie edizioni. All'atto dell'iscrizione è necessario versare una caparra di € 30,00.

Iscrizione obbligatoria, max 15 posti disponibili.

Partecipanti: il workshop è aperto a chiunque: cineasti, fotografi, artisti, critici, studenti, appassionati purché maggiorenni.

Informazioni e iscrizioni
www.maremetraggio.it
office@maremetraggio.com

 

Programma
I giorno: Idea e realizzazione dei film che compongono la filmografia di Massimo D'Anolfi e Martina Parenti, da I Promessi Sposi fino al più recente Spira Mirabilis, Incontri, viaggi, impegno nell'arco di un decennio.

II giorno: Il cinema oltre il reale, la messa in scena e la responsabilità del racconto attraverso le immagini.
Massimo D’Anolfi è nato a Pescara ed è videomaker dal 1993. Ha scritto la sceneggiatura del film Angela di Roberta Torre, presentato alla Quinzaine des realizateurs a Cannes nel 2002. Nel 2003 ha realizzato cinque documentari radiofonici per Radio RAI3. Si torna a casa, appunti per un film (2003) è stato selezionato al Torino Film Festival e Play (2004) al Festival dei Popoli di Firenze. Assieme a Martina Parenti ha realizzato I promessi sposi (2006), presentato al Festival del film di Locarno e premiato al Festival dei Popoli e a Filmmaker Film Festival, e Grandi speranze (2009) sempre presentato al Festival del film di Locarno. Nel 2007 fonda assieme a Martina Parenti la casa di produzione Montmorency Film allo scopo di produrre i loro documentari di creazione. Martina Parenti lavora per il cinema e la televisione come documentarista. Nel corso degli ultimi anni ha realizzato documentari proiettati e premiati in vari festival. Tra i quali L’estate di una fontanella (2006), selezionato al Bellaria Film Festival e Animol (2003), presentato a Filmmaker Film Festival. Ha realizzato programmi televisivi tra cui School in Action (2006), L’apprendista stregone (2002). Nel 2006 ha diretto un episodio del film collettivo Checosamanca. Assieme a Massimo D’Anolfi ha realizzato I promessi sposi (2006), presentato al Festival del film di Locarno e premiato al Festival dei Popoli e a Filmmaker Film Festival, e Grandi speranze (2009) sempre presentato al Festival del film di Locarno. Nel 2007 fonda assieme a Massimo D’Anolfi la casa di produzione Montmorency Film allo scopo di produrre i loro documentari di creazione. Filmografia 2016 Spira Mirabilis (documentario); 2015 L’infinita fabbrica del Duomo (documentario); 2013 Materia Oscura (documentario); 2011 Il castello (documentario); 2009 Grandi speranze (documentario); 2006 I promessi sposi (documentario); Checosamanca (documentario).