Date: 20 – 22 maggio 2016
Scadenza iscrizione: 18 maggio 2016
orario: venerdì 19.00 – 22.00, sabato e domenica 9.00-13.00 / 14.00-19.30
sede: Mediateca La Cappella Underground – Via Roma, 19
costo: € 120,00

La regia cinematografica è il lavoro mediante il quale dalla sceneggiatura si passa al film, ossia “dalla carta allo schermo”. Ha a che vedere con le scelte artistico-visive della narrazione filmica, l’organizzazione e la durata delle inquadrature, e inoltre, in caso di film di finzione, guida l’interpretazione degli attori.

Percorso formativo
Facciamo il regista o facciamo un film?
Cosa non sappiamo e cosa non facciamo?
Uno, nessuno, centomila, con me o contro di me?
Chiediamo che cosa e a chi?
Che lingua usiamo nel film?
Divertimento, lavoro, passione, nevrosi o vita?

Il docente invita gli iscritti al workshop a visionare i seguenti film prima dell’inizio del corso, saranno oggetto di discussione e di confronto.
Tir di Alberto Fasulo; L’infanzia di Ivan di Andrej Tarkovskij; 8 1/2 di Federico Fellini; Effetto notte di Francois Truffaut; Lisbon story di Wim Wenders

Alberto Fasulo – Nato nel 1976, ha iniziato a lavorare nell’industria cinematografica come assistente alla regia, tra film di finzione e documentari creativi, imparando il lavoro sui set cinematografici. Nel 2008 dirige e produce il suo primo lungometraggio, il documentario Rumore Bianco, selezionato in molti festival internazionali e distribuito al cinema in Italia. Con questo film Alberto viene segnalato dalla critica Italiana quale nuovo promettente autore.
Nel 2013 dirige il suo primo lungometraggio di finzione, TIR, con cui vince il Marc’Aurelio d’Oro per il miglior film all’VIII edizione del Festival Internazionale del Cinema di Roma.
Nel 2015 partecipa al 68° festival del film di Locarno con Genitori, un film documentario che affronta il tema della disabilità da un punto di vista inedito, evitando pietismi, retorica e ironia.