Date: 13 – 15 maggio 2016
Scadenza iscrizione: 11 maggio 2016
orario: venerdì 19.00 – 22.00, sabato e domenica 9.00-13.00 / 14.00-19.30
sede: Mediateca La Cappella Underground – Via Roma, 19
costo: € 120,00

L’elemento più importante nell’apprendimento del mestiere d’attore è quello che viene definito la presenza scenica. Tale presenza è innanzitutto lo sviluppo di abilità fisiche e ‘fisiologiche’.

Alla fine del corso verrà consegnato a tutti i partecipanti un DVD con gli esercizi e le prove eseguite davanti alla macchina da presa.

“L’attore crea con la sua carne e il suo sangue tutte quelle cose che le altre arti, in qualche modo, tentano di descrivere.” Lee Strasberg

Il workshop fornisce gli elementi per individuare e praticare i fondamenti del lavoro dell’attore con particolare riguardo al suo rapporto con la macchina da presa, creando un percorso specifico ed individuale in modo da ricercare ed esplorare il proprio talento naturale. Fondamentale sarà l’attenzione all’aspetto organico dell’attore secondo i principi del Metodo elaborato da Lee Strasberg, fondatore dell’Actors Studio, la cui ricerca fondamentale si è concentrata sull’espressività e la verità della recitazione, evitando clichè e stereotipi recitativi l’attore deve far succedere, anziché far vedere, raggiungendo in scena o davanti alla macchina da presa una privatezza pubblica.
Il laboratorio si svilupperà in tre momenti principali:

  • Rilassamento dell’attore per il superamento di blocchi psico-fisici e tensioni;
  • Esercizi per lo sviluppo della memoria sensoriale;
  • Improvvisazioni libere e interpretazione di testi davanti alla telecamera.

Ad ogni partecipante verrà inviata una scena da imparare a memoria, tratta da una sceneggiatura italiana o straniera, che verrà filmata e discussa successivamente assieme al docente.

Lorenzo Acquaviva – Laureato in scienze politiche, si diploma presso l’ARTTS International (Advanced Residential Theatre and Television Skillcentre) in Inghilterra.
Studia con Danio Manfredini, Steven Berkoff, Mamadou Dioume, Judith Malina, Joanna Merlin, Kan Katsura.
Scopre il ‘Metodo’ con Janez e Andrej Vajavec, allievi di Lee Strasberg e ne approfondisce lo studio con Ed Kovens e Doris Hicks. È membro dell’Actor’s Centre di Roma fondato da Michael Margotta, membro dell’Actors Studio di New York. Ha preso parte a film per la televisione (“Senza confini”, “Una madre”), per il cinema (“Sanguepazzo”, “Fuori dalle corde”, “La seconda ombra”, “Tartarughe sul dorso”, “Easy”, “Babylon Sisters”) e a serial televisivi (“La Squadra”, “Nebbie e delitti”, “Il commissario De Luca”, “Un Posto al sole”, “Il commissario Rex”, “Crimini”, “Un caso di coscienza”, “Un passo dal cielo”), diretto tra gli altri da registi come Marco Tullio Giordana, Liliana Cavani Silvano Agosti, Antonio Frazzi, Fulvio Bernasconi, Riccardo Donna, Nora Hoppe, Fabrizio Costa, Davide Marengo. A teatro lavora con il Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Stabile di Calabria, Metateatro, Assemblea Teatro, Dramma Italiano, Biancofango, Fabrica, Teatro Bellini di Napoli, affrontando autori classici e contemporanei come Molière, Shakespeare, Goldoni, Pirandello, Christie, Kafka, Tarkovskij, Drzic, Benni.