La Cappella Underground invita studenti e insegnanti a partecipare alle proiezioni mattutine presso il Cinema Ariston di Trieste (V. Romolo Gessi, 12).
Per informazioni scrivere una mail a educazione@lacappellaunderground.org (specificando la classe, l’istituto scolastico di appartenenza, il numero di studenti e classi e di insegnanti accompagnatori).
Il biglietto di ingresso costa 4 Euro, salvo diverse indicazioni. Tutte le matinée sono introdotte e commentate da un esperto.

PROGRAMMA MATINÉE

Lunedì 5 oppure Mercoledì 7 dicembre ore 10.00
LO & BEHOLD
di Werner Herzog

Usa 2016, 108′
Destinatari: alunni scuole secondarie di II grado

Che cos’è Internet oggi? Che ruolo ha nelle nostre vite e come influirà sul nostro futuro? Il genio del cinema Werner Herzog ci guida nell’esplorazione del favoloso mondo digitale contemporaneo, in dieci tappe che analizzano ciascuna una delle numerose facce di questa realtà ricca e onnipotente che è il Web, alla scoperta dei suoi lati più sorprendenti tra robotica e hacking, nuovi fenomeni psicologici e dinamiche sociali, rischi e meraviglie. E, nel delineare un quadro completo di dove siamo, ci permette di intravedere dove stiamo andando: un futuro in cui forse Internet sarà capace di sognare se stessa, gli asceti avranno bisogno del wifi e i robot sapranno giocare a calcio meglio di noi.

Lunedì 12 dicembre ore 10.00
PICCOLO FESTIVAL DELL’ANIMAZIONE

Masterclass con l’animatore statunitense Premio Oscar Chris Landreth e proiezione di cortometraggi di cinema di animazione provenienti da tutto il mondo, selezionati da Paola Bristot per il Piccolo Festival dell’Animazione.
Evento in collaborazione con Viva Comix e Piccolo Festival dell’Animazione
Prezzo speciale Euro 3
Destinatari: alunni scuole secondarie di II grado

Chris Landreth, classe 1961, è un animatore americano che lavora in Canada e che è noto al pubblico per Ryan, film del 2004 che gli valse l’Oscar per il migliore cortometraggio di animazione. Dopo una breve carriera da ingegnere, Landreth si dedica all’animazione iniziando a muovere piccoli passi nel mondo della computer animation. Negli anni Novanta realizza alcune opere in CGI come Grade, The End e Bingo. The End conquista la nomination agli Oscar nel 1996. In seguito incontra Ryan Larkin, celebre animatore tra gli anni 60 e 70, in preda ad abuso di sostanze e senza fissa dimora. La sua storia tragica sarà al centro di Ryan.
Nel 2009 col suo The Spine, vince al Melbourne International Animation Festival. Prodotto dal National Film Board of Canada in collaborazione con Copperheart Entertainment, C.O.R.E. Digital Pictures e Seneca College, The Spine descrive un uomo che è fisicamente e figurativamente senza spina dorsale. La sua ultima opera è Subconscious Password, terza realizzata con NFB, Seneca College e Copperheart Entertainment. Ha vinto il premio come miglior cortometraggio al Festival di animazione di Annecy nel 2013. Landreth è attualmente artist in residence alla Università di Toronto. Sta lavorando a un lungometraggio che è un adattamento della graphic novel sulla biografia di H.P. Lovecraft curata da Hans Rodionoff, Enrique Breccia e Keith Giffen. I suoi film Ryan, The Spine e Subconscious Password sono stati inclusi nella Animation Show of Shows.Chris Landreth è Maestro alla Pechino DeTao Master Academy (DTMA), istituto di formazione di alto livello di Shangai. Chris Landreth utilizza la classica animazione CGI standard a cui aggiunge la tecnica assolutamente originale dello Psychorealismo che dona un tocco surrealista alla sua opera. In particolare a The End, The Spine, Bingo e a Ryan dove i traumi psicologici sono contorsioni, lacerazioni surreali e deformità che trovano impressionante manifestazione nei volti e nei corpi.

Martedì 13 oppure Mercoledì 14 oppure Giovedì 15 dicembre ore 10.00
DOMANI
di Cyril Dion, Mélanie Laurent

Francia 2015, 118′
Prezzo € 4,00
Destinatari: alunni scuole secondarie di II grado

Un emozionante viaggio intorno al mondo alla ricerca di soluzioni efficaci per dimostrare che un domani migliore è possibile. Partendo dagli esperimenti più riusciti nei campi dell’agricoltura, energia, urbanistica, economia, democrazia e istruzione, i registi Cyril Dion e Mélanie Laurent immaginano un nuovo futuro per noi e per i nostri figli. Risultato: una sorprendente, contagiosa e ottimista spinta al cambiamento, a partire già da domani.

Lunedì 19 oppure martedì 20 oppure mercoledì 21 dicembre ore 10.00
Ingresso libero
Proiezione-evento in collaborazione con Garante regionale dei diritti della persona, Indigo Film
UN BACIO

di Ivan Cotroneo
Italia 2016, 101′
Lorenzo, Blu e Antonio hanno molte cose in comune: hanno sedici anni, frequentano la stessa classe nello stesso liceo in una piccola città del nord est, hanno ciascuno una famiglia che li ama. E tutti e tre, anche se per motivi differenti, finiscono col venire isolati dagli altri coetanei. La loro nuova amicizia li aiuta a resistere, fino a quando le meccaniche dell’attrazione e la paura del giudizio altrui non li colgono impreparati… UN BACIO è un film sull’adolescenza, sulle prime volte, sulla ricerca della felicità. Ma anche sul bullismo e l’omofobia. Sui modelli e sugli schemi che ci impediscono, e che impediscono soprattutto ai ragazzi, di essere felici, di trovare la strada della loro singola, particolare, personale felicità.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *