giovedì 18 ottobre frontiera/still recording 19.00 Ariston
fino alla fine/ti imos noc 21.30 Ariston
Frontiera

di Alessandro di Gregorio. con Bruno Orlando, Fiorenzo Madonna Italia, 2018, 18’ —-
Un adolescente al primo giorno di lavoro da necroforo e un ragazzo alla prima missione da sommozzatore sono sul ponte di un traghetto diretto a Lampedusa. Non si conoscono, ma quando metteranno piede sull’isola le loro vite cambieranno per sempre: uno dovrà recuperare i corpi dei naufraghi, l’altro li dovrà seppellire, in una sorta di balletto fra la vita e la morte, l’innocenza e la sua perdita.


Still Recording

di Saeed Al Batal e Ghiath Ayoub Siria, Libano, Qatar, Francia, Germania, 2018, 116′ – versione originale sottotitolata

Saeed è un giovane cinefilo che cerca di insegnare ai giovani di Ghouta, in Siria, le regole del cinema, ma la realtà che si trovano ad affrontare è troppo dura per seguire alcuna regola. Il suo amico Milad vive dall’altra parte della barricata, a Damasco, sotto il controllo del regime, dove sta terminando gli studi d’arte. Un giorno, Milad decide di lasciare la capitale e raggiungere Said nella Douma assediata. Qui i due mettono in piedi una stazione radio e uno studio di registrazione. Tengono in mano la videocamera per filmare tutto ciò che li circonda, fino a quando un giorno sarà la videocamera a filmare loro…


Fino alla fine

di Giovanni Dota. con Bruno Orlando, Fiorenzo Madonna Italia, 2018, 15’

Uno sparo squarcia il silenzio della notte, quattro uomini fuggono dal luogo del delitto. Umberto “Sì e No”, infallibile killer del clan Caputo, ha appena ucciso l’uomo sbagliato. Ora dovrà rendere conto al boss. Per sua sfortuna, la vittima è il nipote di Tonino O’ Infame, il boss più temuto della città. Ma questo pare non essere il problema più grande: Umberto “Sì e No” nasconde infatti un terribile segreto.


Ti imos noc

di Ivan Salatic Montenegro, Serbia, Qatar, 2018 – 82′ – versione originale sottotitolata

Dopo aver abbandonato la nave su cui lavora, Sanja si trova alla deriva, senza un posto in cui andare e può solo tornare a casa. Il cantiere navale ha dichiarato bancarotta, lasciando molti operai senza lavoro. Le barche coperte dai teloni punteggiano il paesaggio, messe da parte in attesa di giorni migliori. Arriva una tempesta e una vita è persa. Nel bosco Luka aspetta la notte. La notte in cui tutto potrebbe cambiare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *