Perché non festeggiare il Natale al cinema con i vostri studenti?
Sono disponibili per la visione mattutina al Cinema Ariston le avventure cinematografiche in versione restaurata del Gruffalò.

Il Gruffalò è divenuto un grande classico della letteratura per l’infanzia scritto da Julia Donaldson e disegnato da Axel Scheffler, è stato tradotto in 42 lingue diverse e con oltre 5 milioni di copie vendute nel mondo (300.000 delle quali solo in Italia) è oggi uno dei best seller più amati da tutti i bambini.

Dai libri Il Gruffalò e Il Gruffalò e la sua piccolina sono stati tratti due pluripremiati mediometraggi d’animazione realizzati da Jakob Schuh e Max Lang e da Uwe Heidschötter e Johannes Weiland. Sono due grandi classici, che affascineranno e divertiranno grandi e piccini che finalmente arrivano sul grande schermo.

Le opere combinano perfettamente animazione digitale e stop-motion per poter esplorare possibilità visive inedite mantenendosi fedeli al libro: il décor costruito tridimensionalmente con grande cura per i dettagli, ha permesso di rendere “viva” la foresta, i personaggi sono invece stati realizzati al computer per indagare con più precisione i volti e le espressioni dei protagonisti.

Il Gruffalò di Jakob Schuh & Max Lang. Si tratta della magica ed incredibile storia di un topo che, per sopravvivere agli incontri con tre predatori della foresta, deve far appello a tutta la sua intelligenza ed astuzia. E il topo di intelligenza ne ha da vendere! Inganna i tre predatori, una volpe, un serpente e un gufo, con l’invenzione di una creatura spaventosa e terribile, che nessuno ha mai visto ma che il topo sostiene essere sua amica: il Gruffalò. Il topo se la cava sempre finché, in un angolo di bosco, incontra incredibilmente la creatura della sua fantasia. Con un altro abilissimo colpo di astuzia riuscirà anche stavolta a salvarsi dalle terribili fauci del Gruffalò. Una storia che racconta in modo originale e divertente l’importanza di saper sfruttare al massimo le proprie capacità,
al di là delle dimensioni e della ferocia di chi di ha di fronte.

Gruffalò e la sua piccolina di Uwe Heidschötter, Johannes Weiland. Alcuni anni sono passati e il Gruffalò vive in una grotta ai margini della foresta con la sua piccolina. La figlia del Gruffalò sta crescendo e vuole conoscere ed esplorare il mondo, ma il padre, preoccupato per la sua sicurezza, la mette in guardia sui pericoli della foresta e soprattutto sulla presenza del “Grande Topo Cattivo”. Incurante degli avvertimenti paterni, una notte la piccola si avventura
nei boschi. Incontra un serpente malvagio, un gufo pignolo e una volpe codarda e un piccolo topo che non somiglia per niente al “Grande Topo Cattivo” dei racconti di papà Gruffalò. Anche in questo caso il topo deve dar fondo a tutta la sua ingegnosità per convincere, spaventare ed infine allontanare la figlia del Gruffalò che, correndo, rientra al sicuro e al calduccio tra le braccia del suo grosso papà.

Nel corso della matinée saranno presentati entrambi i mediometraggi, ciascuno della durata di 27 minuti. Il prezzo del biglietto per ogni studente è di 4 €. Insegnanti e adulti accompagnatori hanno diritto all’ingresso libero.

Per programmare la matinée prima e dopo Natale 2017 scrivere esclusivamente a educazione@lacappellaunderground.org

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *