Anime, dall’abbreviazione di animēshon (traslitterazione giapponese della parola inglese animation, “animazione”), è un neologismo con cui in Giappone, a partire dalla fine degli anni settanta del XX secolo, si indicano l’animazione ed i cartoni animati, fino ad allora chiamati dōga eiga (動画 映画, film animato) o manga eiga (漫画 映画, film di fumetti), mentre in Occidente viene comunemente utilizzato per indicare le opere di animazione di produzione giapponese, comprese quelle precedenti l’esordio del lemma stesso.

[showhide type=”post” more_text=”Show more…” less_text=”Show less…”]
Secondo un’accezione generica in Occidente si tende a definire anime come sinonimo di “cartone animato giapponese”, sennonché una simile definizione, per quanto non sbagliata, non fornisce l’esatta idea della complessità e della varietà che caratterizzano questo medium. Nonostante un ormai sorpassato luogo comune occidentale che riduce l’animazione giapponese ad un prodotto rivolto ad un pubblico infantile o, al contrario, a carattere pornografico, confondendo in entrambi i casi una parte per il tutto, in realtà l’anime è allo stesso tempo un prodotto di intrattenimento commerciale, un fenomeno culturale popolare di massa ed una forma d’arte tecnologica. Esso è potenzialmente indirizzato ad ogni tipo di pubblico, dai bambini, agli adolescenti, agli adulti, fino ad arrivare ad una specializzazione del targeting sostanzialmente mutuata da quella esistente per i manga (fumetti giapponesi), con anime concepiti per categorie socio-demografiche specifiche quali impiegati, casalinghe, studenti, e via dicendo. Essi, pertanto, possono trattare soggetti, argomenti e generi molto diversi tra loro come amore, avventura, fantascienza, storie per bambini, letteratura, sport, fantasy, erotismo ed altro ancora.
[/showhide]

D1932 La grande avventura del principe Valiant
(Taiyo no oji – Horusu no daiboken)
di Isao Takahata, 1968, Giappone, 82 min

Il giovane Horus (Hols nell’adattamento italiano) si salva dall’attacco di un branco di lupi argentati grazie al provvidenziale risveglio di Mog, un gigante di roccia. Questi, scappati i lupi, si lamenta per un dolore alla spalla ed il giovane, grato per lo scampato pericolo, si adopera per scoprirne la causa, che trova in una vecchia spada conficcata nel granitico essere. Estratta la lama, il gigante rivela al ragazzo che si tratta della leggendaria “Spada del sole”, ma che per poterla utilizzare essa dovrà essere temprata di nuovo.
P0975 Lupin III: il castello di Cagliostro
(Rupan sansei: Kariosutoro no shiro)
di Hayao Miyazaki, 1979, Giappone, 100 min

Lupin e il fedele Jigen hanno rintracciato l’origine delle banconote false che stanno mettendo in ginocchio l’economia mondiale: il paesino di Cagliostro, governato dall’omonimo conte. Tra le mura di pietra del suo castello, l’uomo tiene imprigionata la bella principessa Clarissa, che conosce la chiave per un tesoro nascosto. Lupin è intenzionato a liberare la ragazza, punire i malvagi e prendersi il tesoro.
MA047 Nausicaä della valle del vento (Kaze no tani no Naushika)
di Hayao Miyazaki, 1984, Giappone, 116 min
JAP, ENG, SUB ENG

Mille anni dopo il crollo della Grande Civiltà Industriale, la Terra è coperta da una putrida foresta fungina esalante miasmi venefici chiamata Mar Marcio. Nella civiltà umana regredita ai primordi, Nausicaä è la giovane principessa di un piccolo e pacifico regno chiamato Valle del Vento, che si ritrova però intrappolato nello scacchiere bellico delle più grandi potenze vicine. Ma il destino di Nausicaä sembra marcato da un ben più vasto orizzonte, che andrà a intrecciarsi con un’antica profezia.
D0582 Lamù – Beautiful Dreamer (Urusei Yatsura 2: Byutifuru dorima)
di Mamoru Oshii, 1984, Giappone, 101 min

A causa di un desiderio, espresso quasi involontariamente da Lamù al folletto Mujaki, Tomobiki si ritrova costretta a vivere continuamente la stessa giornata. Nessuno sembra rendersene conto, tranne il professor Onsen. Le cose precipitano però quando tutti gli abitanti della città spariscono, lasciando tutto in rovina, ad esclusione di casa Moroboshi, in cui Ataru, Lamù e i loro amici continuano a vivere, “quasi” normalmente. Affinché tutto torni alla normalità, Ataru e i suoi amici dovranno affrontare un bizzarro viaggio all’interno dei sogni.
P1091 Una tomba per le lucciole (Hotaru no haka)
di Isao Takahata, 1988, Giappone, 85 min

A Kobe nel giugno 1945, mentre piovono le bombe incendiarie made in USA, il quattordicenne Seita e la sorellina Setsuke di quattro anni, figli di un ufficiale di Marina, perdono la madre. Ospitati a casa degli zii in una cittadina vicina, se ne allontanano per rifugiarsi in una grotta dove, grazie all’intraprendenza di Seita, sopravvivono per qualche settimana.
P1771 Kujaku l’esorcista
di Katsuhito Akiyama, 1988, Giappone, 90 min

Tibet. Un monaco buddista fugge tra le montagne dopo essersi rifiutato di uccidere i propri figli. Baviera. Una ragazza rinchiusa in un castello è tormentata da visioni che non sa spiegare. Tokyo. I passeggeri di un autobus si trasformano in zombi e aggrediscono il giovane monaco Kujaku. Qualcosa di terribilmente antico manovra il destino degli uomini affinchè il mondo sprofondi nelle tenebre.
D2789 P0907 Akira
di Katsuhiro Otomo, 1988, Giappone, 124 min

Nella Tokyo del 2019, devastata dalla Terza Guerra Mondiale e ricostruita, regna il caos: guerra tra bande di motociclisti dediti al saccheggio; gruppi di terroristi e di ribelli; la legge impotente; plagiate dai capi di fanatiche sette religiose, le masse attendono la seconda venuta del leggendario Akira. Al suo posto emerge il teppista Tetsuo, che cerca di trasformare il caos in un’apocalisse.
OD210 Porco Rosso (Kurenai no buta)
di Hayao Miyazaki, 1992, Giappone, Francia, 94 min
ENG, FRA, JAP

Marco Pagot è un eccezionale pilota dell’aviazione militare italiana che durante la Prima guerra mondiale sopravvive a un misterioso e terribile incidente, in seguito al quale però subisce una straordinaria trasformazione che lo rende simile a un maiale. Le nuove sembianze lo portano ad allontanarsi dall’aviazione e dalla bella vita che conduceva, lasciando anche la fidanzata Gina, cantante in un night. Finisce così sulla costa dalmata e con il suo aereo rosso si dedica a combattere i pirati dell’aria, iniziando una nuova vita e facendo nuove conoscenze.
P2196 Memories
di Katsuhiro Otomo, Koji Morimoto, Tensai Okamura, 1995, Giappone, 113 min

Film d’animazione composto da tre episodi. Ne “La rosa magnetica” di Koji Morimoto, un misterioso segnale di SOS attira due astronauti in un mondo incantato creato dai ricordi di una cantante d’opera. Surreale ed ironico, “La bomba puzzolente” di Tensai Okamura è invece la storia di un giovane chimico che involontariamente si trasforma in un’inarrestabile arma biologica in corsa verso Tokyo. Il terzo episodio, “Carne da cannone” di Katsuhiro Otomo è la descrizione di una giornata qualunque nella vita di una città che lotta contro un nemico invisibile in una guerra di cui non si conoscono le cause.
D1333 Jin-Roh – Uomini e lupi (Jin-Roh)
di Hiroyuki Okiura, 1999, Giappone, 102 min

In una Tokyo totalitaria e militarizzata di una realtà alternativa postbellica, il governo reprime con la violenza ogni focolaio di rivolta. In un quadro di tensioni tra dissidenti e milizie metropolitane il poliziotto Kazuki, membro della brigata di uomini-lupo, Jin-roh, s’innamora della giovane sorella di una terrorista kamikaze.
P0978 La città incantata (Sen to Chihiro no kamikakushi)
di Hayao Miyazaki, 2001, Giappone, 122 min

Chihiro ha dieci anni ed è una bambina testarda e capricciosa. Quando Akio e Yugo, i suoi genitori, le comunicano che devono traslocare, la piccola si infuria e dà sfogo a tutta la sua rabbia. Durante il viaggio verso la nuova casa, i tre si fermano in una città fantasma dove li attende un sontuoso banchetto. Akio e Yugo si gettano avidamente sul cibo e vengono tramutati in maiali sotto gli occhi increduli della figlia: sono finiti in un mondo abitato da antiche divinità e da creature magiche governate da una strega malvagia, la perfida Yubaba. Chihiro, per sopravvivere, dovrà rendersi utile lavorando.
D0093 Metropolis (Metoroporisu)
di Rintaro, 2001, Giappone, 109 min

Un agente investigativo arriva nella città di Metropolis sulle tracce di uno scienziato criminale. Insieme al nipote, rimarrà coinvolto in un complotto mirato a sovvertire lo stato della megalopoli e a porre al potere Tima, un androide dalle sembianze di bambino e dal cuore artificiale.
D0122 Animatrix
di Peter Chung, Andy Jones, Yoshiaki Kawajiri, Takeshi Koike, Mahiro Maeda, Koji Morimoto, Shinichiro Watanabe, 2003, USA, 102 min

Animatrix è una raccolta di 9 cortometraggi a cartoni animati concepiti e prodotti dai fratelli Wachowski, i creatori della trilogia di Matrix. Questi piccoli e spettacolari film sono una visionaria fusione di animazione giapponese e computer grafica e si ispirano al mondo di Matrix. Svelano i segreti e le origini dei tre film della serie Matrix, anticipandone la storia, le scenografie e i nuovi personaggi.
MA046 Steamboy (Suchimuboi)
di Katsuhiro Otomo, 2004, Giappone, 126 min
JAP, ENG, SUB ENG

Londra, 1889: la sera dell’inaugurazione del World Expo, una fiera che espone gli ultimi ritrovati in fatto di tecnologia, il giovane inventore Rei riceve un pacco da suo nonno Roid, che vive negli Stati Uniti. Il contenuto è un importante dispositivo che Roid ha spedito al nipote per evitare che finisse nelle mani della temibile O’Hara Foundation.
D2237 Ghost in the Shell – L’attacco dei cyborg
(Innocence: Kokaku kidotai)
di Mamoru Oshii, 2004, Giappone, 100 min

Batou, un agente speciale cyborg, indaga su una serie di omicidi commessi da androidi prostitute, che forse stanno sviluppando una coscienza. La trama è molto fitta, ma a Batou sembra di ricevere aiuto nel dipanare l’intreccio dall’entità informatica che un tempo fu il maggiore Kusanagi.
MA016 Il castello errante di Howl (Hauru no ugoku shiro)
di Hayao Miyazaki, 2004, Giappone, 119 min

La diciottenne Sophie è vittima di un sortilegio che l’ha trasformata nella sua controparte molto più anziana. L’incontro con il bizzarro mago Howl – che vive in uno stravagante castello semovente, alimentato dall’energia di un demone di nome Calcifer – potrebbe risolvere la sua situazione. Calcifer stringe infatti con Sophie un patto: se la ragazza riuscirà a spezzare il contratto che lo lega a Howl, egli si impegnerà a sciogliere la maledizione che la affligge ridandole il suo aspetto da diciottenne.
P1701 Piano Forest – Il piano nella foresta (Piano no Mori)
di Masayuki Kojima, 2007, Giappone, 101 min

Il giovane Shuhei, figlio di un famoso pianista, si trasferisce con la madre da Tokyo ad una piccola cittadina di periferia. Qui apprende dell’esistenza di un misterioso pianoforte, che giacerebbe abbandonato nella foresta adiacente: i ragazzi del luogo lo visitano come prova di coraggio, ma uno di loro, Kai, afferma che il piano è suo e che solo lui può suonarlo.
MA042 Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento
(Kari-gurashi no Arietti)
di Hiromasa Yonebayashi, 2010, Giappone, 94 min

Un giorno la piccolissima Arrietty, che come la sua famiglia è alta poco più di 10 cm, incontra il giovane Sho: tra i due giovani scoppia la scintilla, nonostante le diverse dimensioni sembrino rendere impossibile il loro amore.